"L’adulazione procura gli amici, la sincerità i nemici" Terenzio
Questo sito contribuisce all'audience di

“L’adulazione procura gli amici, la sincerità i nemici” Terenzio

Tutti, prima o poi, cediamo alla piaggeria. Ma è una strada che porta alla falsità

Gli adulatori sono una tribù molto numerosa. E fluida. Nel gruppo entrano in continuazione nuovi adepti a questo stile di vita che, prima o poi, conduce dritti alla falsità. E tutti noi possiamo avere la debolezza di lasciarci lusingare da un adulatore, oppure di diventare cortigiani alla ricerca del facile consenso. Facile ma poco solido.

LEGGI ANCHE: «Ti accorgi della felicità solo quando ti manca» (Giorgio Parisi)

 

AMICIZIA E SINCERITÀ

L’adulazione è una scorciatoia. Procura degli amici, spesso deludenti, sleali e temporanei. Rende ricercati, proprio perché tocca un tasto dei nostri desideri ai quali siamo tutti sensibili. Induce alla bugia, in quanto l’adulatore sa bene quanto i suoi complimenti siano gonfiati. Distorce perfino il galateo, come ricordava Balzac, perché talvolta può essere difficile, molto difficile, stabilire dove finisce la cortesia e inizia l’adulazione. All’opposto, la sincerità ha un prezzo che bisogna pagare: il rischio di farsi qualche nemico. Ma ne vale la pena. Anche per addormentarsi con la coscienza in ordine.

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere sempre aggiornato. Clicca qui!

VALORI DA NON SPRECARE:

Share

<