Questo sito contribuisce alla audience di

Sarah Britton: la guru del cibo buono e sano – La ricetta del suo pane senza farina

Sarah Britton è una delle food blogger più apprezzate della rete. Le sue ricette sono quasi completamente di origine vegetale. Per Sarah il cibo si divide in due categorie: buono e non buono. Scopriamo il segreto del suo successo con la ricetta del "pane che ti cambia la vita"

Sarah Britton: la guru del cibo buono e sano - La ricetta del suo pane senza farina
Il pane che ti cambia la vita di Sarah Britton
di
Condivisioni

SARAH BRITTON - È una delle food blogger più amate della rete. Il suo sito My new roots è al primo posto nelle classifiche dei blog più apprezzati. Qual è il suo segreto? Le ricette che propone sono semplici, spiegate passo dopo passo e lei, da nutrizionista olistica, racconta dettagliatamente i benefici sulla salute ma lo fa in maniera confidenziale, come se si rivolgesse alle amiche più care. Dietro ad ogni ricetta c’è la sua storia, in cui i lettori possono identificarsi e sentirsi in grado di provare i cibi più insoliti come se fossero usuali. 

LEGGI ANCHE: La dieta di primavera per combattere stress e stanchezza

L’ALIMENTAZIONE DI SARAH BRITTON – I cibi inseriti nella lista degli ingredienti delle ricette di Sarah sono quasi completamente di origine vegetale. Ma guai a parlare di vegan o dieta. Per Sarah il cibo si divide in due categorie: buono e non buono.La mia dieta è composta di verdure, frutta, cereali integrali, legumi, noci e semi – Racconta la food blogger da poco diventata mamma – a volte mangio le uova quando sono di malumore e mi concedo del formaggio di capra o pecora in piccole quantità. Un paio di volte al mese mangio pesce. Perchè no? Non c’è niente come un pesce pescato direttamente dall’atlantico.

LE RICETTE DI SARAH BRITTON – Abbiamo scelto una ricetta di primavera dal blog di Sarah Britton che rappresenta al meglio la sua filosofia: “La pagnotta di pane in grado di cambiarti la vita”. Ecco come la food blogger racconta la sua ricetta.
sarah britton
Mi ci è voluto molto tempo per decidere il titolo di questo post. Perché? Perché è una dichiarazione insolita suggerire che un umile pezzo di pane cambierà la vostra vita. Sono disposta a essere così audace.

Quando ho cominciato a mangiare più sano, il pane era sicuramente sulla mia lista nera. Non perché il pane è intrinsecamente “cattivo” (nel mio libro nulla è tutto bianco o tutto nero), ma sapevo che se stavo basando tre pasti al giorno attorno a un pezzo di croccante, bianco pane francese , qualcosa dovevo fare. Ho capito che se avessi sostituito un paio di fette di pane al giorno, avrei potuto fare spazio a cibi come verdure, frutta fresca, legumi, e che avrei ottenuto più sostanze nutritive dalla stessa quantità di calorie. Mi si è accesa una lampadina!

Ora, questo non vuol dire che la mia storia d’amore con il pane finì lì . Oh no. Quando mi sono trasferita in Danimarca quattro anni fa ho perso la testa per il pane di nuovo, ma questa volta, non era chiaro e spumoso – era un po’ come il tempo – scuro, profondo e intenso. I danesi sono ottimi produttori di pane, soprattutto quando si tratta di impasti e, naturalmente, di segale. Il pane qui è abbondante, ripieno e una sola fetta è quasi come un pasto in sé . Mi piace andare al panificio il Sabato mattina e ottenere un pane di segale che ha naturalmente lievitato per giorni, è stato cotto per 24 ore, e sembra un mattone.

sarah britton pane senza farinaLa gente spesso mi chiede perché non cuocere il mio pane, e la risposta è semplice: i danesi sanno farlo meglio. E mi piace il rituale di camminare lungo il canale fino al forno (il pane di segale è una delle poche cose che ho effettivamente acquistato già pronto e fatto) . In questo modo ho apprezzato il pane su un altro livello ed è diventato speciale . Assaporo ogni fetta invece di renderla un pasto. La  mia vita è cambiata quando sono andata a pranzo a casa di un’ amica un paio di settimane fa. Quando entrai nel suo appartamento potevo sentirne l’odore. Qualcosa di preparato col malto e, sicuramente, al forno, tostato, nocciola…quando ho girato l’ angolo per entrare nella sua cucina, era lì. Un bellissimo pezzo di pane, bello come un quadro, costellato di semi di girasole, mandorle, dorato intorno agli angoli e mi pregava di tagliarlo.
Ha servito il pane con pesto, hummus di lenticchie, qualche patè vegan. Sembrava magicamente che stesse bene con tutto quello che lo accompagnasse. Umido, denso, gommoso. Sentori di sale marino qua e là, incastonato tra l’avena, dietro l’angolo, un seme di lino dorato . Così bello e più gustoso, è stato una rivelazione . ” Ti prego, dimmi la ricetta ” La pregai.”

Il racconto prosegue con la spiegazione delle proprietà nutritive del pane e della sua composizione che potete leggere in inglese qui e, solo dopo aver raccontato dettagliatamente ogni singolo dettaglio poi arriva la ricetta.

Ingredienti:

  • 135g semi di girasole
  • 90g di linosarah britton pane senza farina
  • 65g di nocciole o mandorle
  • 145g fiocchi d’avena
  • 2 cucchiai di semi di chia
  • 4 cucchiai di bucce di semi di psillo (3 cucchiai se si utilizza la buccia di psillo in polvere)
  • 1 cucchiaino di sale (aggiungere ½ cucchiaino se si utilizza sale grosso)
  • 1 cucchiaio di sciroppo d’acero (per le diete senza zucchero, usare un pizzico di stevia)
  • 3 cucchiai diolio di cocco fuso
  • 350ml di acqua

Procedimento:

  1. In uno stampo da plumcake flessibile, in silicone unire tutti gli ingredienti secchi, mescolando bene.
  2. Sbattere sciroppo d’acero, olio e acqua insieme in una tazza.
  3. Aggiungere questo composto agli ingredienti secchi e mescolate bene fino a quando tutto è completamente assorbito e la pasta diventa molto spessa (se l’impasto è troppo spesso a mescolare, aggiungere uno o due cucchiaini di acqua fino a quando l’impasto è gestibile).
  4. Lisciare la parte superiore con il dorso di un cucchiaio. Lasciate riposare per almeno 2 ore, o per tutto il giorno o durante la notte. Per vedere se l’impasto è pronto, sappiate che dovrebbe mantenere la sua forma anche quando si discostano i lati della teglia.
  5. Preriscaldare il forno 175 °.
  6. Mettere in forno sulla griglia centrale e cuocere per 20 minuti. Sformare il pane, metterlo a testa in giù sulla griglia e cuocere per altri 30-40 minuti. Il pane è prondo quando suona sordo se battuto . Lasciate raffreddare completamente prima di affettare (difficile, ma importante) .
  7. Riponete il pane in un contenitore ermeticamente chiuso per un massimo di cinque giorni.

 

PER SAPERNE DI PIU': La ricetta del pane con i semi siciliano

 

 

LEGGI ANCHE:

Ultime Notizie: