Valore di un albero | Non sprecare
Questo sito contribuisce all'audience di

Quanto vale un albero? I parametri per calcolarne il valore economico… che è altissimo

Gli alberi apportano vantaggi. Anche economici. Secondo uno studio che ha esaminato 10 megalopoli del Pianeta valgono 500 milioni di dollari all'anno.

Esiste un metodo inglese che prende il nome di CAVAT che permette di calcolare il valore economico degli alberi. Il valore viene calcolato sulla base di alcuni parametri, per esempio il diametro del fusto, le dimensioni dell’albero, la sua localizzazione. E non è l’unico. In America c’è il metodo C.T.L.A. introdotto nel 1951, in Australia il Burnley Method Revised, in Spagna il metodo Norma Granada e altri ancora in ulteriori paesi. Ciascun metodo stima il valore economico degli alberi sulla base di parametri e formule specifiche, e attraverso metodi di calcolo appositi.

VALORE DI UN ALBERO: I PRINCIPALI PARAMETRI PER CALCOLARLO

Premesso che ogni metodo calcola il valore economico degli alberi sulla base di specifici parametri e secondo specifici metodi di calcolo, alcuni fattori sono ricorrenti. Per esempio le dimensioni dell’albero, la classificazione a seconda che si tratti di alberi più o meno robusti, più o meno armoniosi, più o meno rari, il loro stato di salute perché un albero malato vale meno di un albero sano, la collocazione in spazi pubblici o privati. I calcoli per la valutazione devono essere eseguiti in ogni caso da esperti.

MY TREE E IL VALORE ECONOMICO DEGLI ALBERI

valore economico alberi

valore economico alberi

My Tree è una piattaforma che permette di scoprire i vantaggi e il valore degli alberi che sorgono nei dintorni di casa. Gli alberi infatti offrono vantaggi tangibili, sottolinea My Tree, come la riduzione dell’anidride carbonica e dell’inquinamento atmosferico, vantaggi che comportano benefici economici.

Per esempio il bagolaro di largo Treves di Milano, come riporta il Corriere della Sera, secondo My Tree “comporta un beneficio economico annuale di 139 euro” per il palazzo al civico 2, proprio in virtù dei vantaggi che apporta in termini di agenti inquinanti eliminati, anidride carbonica e acqua piovana assorbita. Sempre il Corriere riporta i benefici economici di una giovane quercia piantata a Roma per gli uffici del Consiglio di Stato situato di fronte. Vale a dire 16,8 euro che moltiplicati per 240mila alberi censiti a Milano, sono parecchi.

Ricorrendo al metodo CAVAT, New Scientist ha rilevato che il valore degli alberi degli USA corrisponde a 15,7 miliardi di euro. E gli alberi (3.174) di Hyde Park a Londra avrebbero un valore di 190 milioni di euro.

IL VALORE DEGLI ALBERI DELLE GRANDI METROPOLI: LO STUDIO

Uno studio pubblicato sulla rivista Ecological Modeling ha rilevato che i benefici derivanti dagli alberi nelle 10 megalopoli del mondo (Pechino, Buenos Aires, Il Cairo, Istanbul, Londra, Los Angeles, Città del Messico, Mosca, Mumbai, Tokyo), dove vivono il 10% di tutti gli abitanti del Pianeta, corrispondono a 505 milioni di dollari all’anno. Vale a dire 1,2 milioni di dollari per chilometro quadrato.

Tra i benefici rilevati, per esempio, la riduzione dell’inquinamento atmosferico e la riduzione dei costi energetici. Secondo il Dr. Theodore Endreny, autore principale dello studio, “Se gli alberi fossero piantati in tutta la loro potenziale area di copertura, servirebbero per filtrare inquinanti di aria e acqua e ridurre l’uso energetico delle costruzioni, migliorando le condizioni di vita e fornendo al tempo stesso habitat e risorse per altre specie nell’area urbana”.

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere sempre aggiornato. Clicca qui!

L’IMPORTANZA DI ADOTTARE E PIANTARE ALBERI:

Share