Questo sito contribuisce all'audience di

Merci e pacchi consegnati in bici: aumentano in Italia le consegne a pedali

L’obiettivo è di arrivare alla spedizione del 50 per cento delle merci in città con le due ruote. Il traffico causato dalle consegne oggi contribuisce al 30 per cento dell’inquinamento urbano.

di Posted on
Condivisioni

TNT CONSEGNE IN BICICLETTA –

Tra le novità più interessanti in materia di mobilità urbana ci sono i nuovi sistemi per la consegna di pacchi, posta e merci. Non più con auto, furgoni e moto, ma in bici. Tnt Italia, per esempio, che movimenta ogni giorno 180mila spedizioni nel nostro Paese, ha messo in campo una piccola, nuova flotta ispirata all’idea green delle consegne.

LEGGI ANCHE: Dynamo, a Bologna la prima velo stazione d’Italia

TNT BIKE DELIVERY –

In prima fila c’è il servizio di bike delivery, 5 ciclisti che hanno sostituito tre furgoni, con una portata massima di 180 chili ciascuno. In media i biker percorrono 28 chilometri al giorno generando una riduzione di CO2 di 50 chilogrammi al giorno. E riescono a fare una media di 90 consegne al giorno, una produttività assolutamente comparabile con quella degli inquinanti furgoni.

tnt-consegne-bicicletta-bike-delivery (2)

TNT CARGO-BIKE –

Poi ci sono i cargo-bike, sul modello di quelli utilizzati dai grandi gruppi di spedizione tedeschi: veri e propri tricicli con la pedalata assistita. Rapidi, efficaci, sicuri, non inquinanti. L’obiettivo di Tnt, quando tutta la flotta green sarà in attività, è di arrivare a trasportare il 50 per cento della merce in città attraverso l’uso della bicicletta. Un passo avanti anche nella lotta all’inquinamento, considerando che il traffico merci contribuisce tra il 20 e il 30 per cento all’inquinamento dell’aria nelle zone urbane.

(Le immagini sono tratte dalla pagina Facebook di Tnt Italia)

PER APPROFONDIRE: Andare al lavoro in bici, chi lo fa a Massarosa riceve un contributo dal Comune