Questo sito contribuisce all'audience di

Terremoto: sms solidali liberi da commissioni

di Posted on
Condivisioni

Il sisma dell’Emilia ha mosso una grande fetta della società civile: chi come volontario, chi acquistando il parmigiano caduto, chi con un semplice sms solidale. Inviando un messaggio al numero 45500, infatti, ogni cittadino può donare alla causa del terremoto emiliano 2 euro. Ebbene, proprio grazie a quest’ultimo strumento è stata raccolta una somma che oggi ammonta a oltre 12 milioni di euro.

Ecco però sorgere la solita domanda: le compagnie telefoniche ci fanno la cresta con delle commissioni? Insomma, ci guadagnano o no dalle donazioni per i terremotati? Leggiamo sul sito di Vita che la risposta è no.

«Non c’è nulla di vero», dicono da Vodafone Italia, «nessun operatore telefonico prevede oneri sugli sms solidali». Non solo, «l’intera operazione è anche esente Iva, dunque la cifra raccolta, in toto, raggiungerà integralmente le casse della Protezione Civile».

Si legge ancora nell’articolo che la data prevista per il bonifico bancario non è certa ma sarà intorno alla fine di agosto, inizi di settembre. «La raccolta», riferiscono da Vodafone a Vita.it, «si concluderà il 26 giugno. Da quel momento dovranno passare 60 giorni, in cui ogni compagnia telefonica controllerà gli importi e si assicurerà che non ci siano intoppi e problemi. Una volta fatte le verifiche verrà inviato il denaro»

I donatori dunque possono stare tranquilli: almeno sino a qui, l’iter della solidarietà sembra funzionare bene.