Tappezzeria ecologica, ecco i vantaggi - Non sprecare
Questo sito contribuisce all'audience di

Tappezzeria sostenibile, la migliore carta da parati è fatta con le fibre di lino e con la viscosa

I prodotti davvero ecologici non devono avere additivi chimici. Né per i coloranti della carta né per l’adesivo. Il ruolo della viscosa

di Posted on

Anche la tappezzeria può avere la sua impronta sostenibile. E contribuire così a creare un ambiente caldo, accogliente, elegante, ma non dannoso dal punto di vista ambientale, e semmai su misura per i nuovi paradigmi dell’economia circolare. Stanno prendendo piede, infatti, dei nuovi prodotti ecologici che garantiscono un impatto ambientale irrisorio e un facile smaltimento, senza rinunciare per questa ragione a qualità e stile, anzi.

TAPPEZZERIA SOSTENIBILE

L’esempio più classico arriva dalle scelte che si possono fare, a proposito di arredamento ecosostenibile, in materia di carta da parati. Qui l’innovazione ha fatto passi da gigante e non esiste più una sola alternativa, assai poco eco-friendly, tra i materiali tessuti non tessuti e la carta.

LEGGI ANCHE: Vecchi vinili, bancali, pneumatici: idee per arredare la casa con gusto, all’insegna del riciclo (foto)

CARTA DA PARATI COMPOSTABILE

In entrambi i casi, infatti, parliamo di prodotti che rendono impossibile qualsiasi forma di riciclo e di riutilizzo dei materiali. In pratica: una volta che cambiate l’arredo delle vostre pareti sarete costretti a gettare la vecchia carta da parati, con il rischio che vada a finire in qualche inceneritore o in qualche discarica. Il motivo di questo percorso obbligato è presto detto, e riguarda le sostanze contenute nei tessuti non tessuti e nella carta. Nel primo caso ci sono le fibre sintetiche, nel secondo i coloranti. E con entrambe le opzioni viene meno la possibilità di riutilizzare la carta da parati una volta smontata per essere sostituita o di smaltirla nel modo più efficiente. Le sostanze che compongono il prodotto, infatti, oltre ad essere molto inquinanti in fase di produzione, sono anche praticamente impossibili da separare in fase di riciclo, quindi inutilizzabili. Ragione per la quale, per l’appunto, finiscono in impianti di incenerimento o in discarica.

TAPPEZZERIA ECOLOGICA

L’alternativa per poter approfittare in maniera sostenibile di questo complemento d’arredo, di culto negli anni Sessanta e Settanta, è la tappezzeria ecologica, l’unica che sia in grado di essere riciclata e, in alcuni casi anche completamente compostabile. A tal proposito, sul mercato, sono reperibili prodotti composti con materiali alternativi a quelli usati nei decenni precedenti, come ad esempio la viscosa e il lino, che rendono questo tipo di carta da parati sostenibile, essendo priva di sostanze come le fibre sintetiche, coloranti o adesivi chimici.

La scelta, nel caso si voglia ricorrere a questo tipo di carta da parati, può variare tra diversi prodotti che sfruttano come materia prima principale il cotone, il bambù, il sughero ma anche le fibre di lino. Quest’ultime, nello specifico, sono particolarmente adatte anche grazie alla grande tradizione che può vantare questo materiale. La coltura del lino, infatti, affonda le proprie radici nella notte dei tempi e ha attraversato i secoli proprio perché altamente sostenibile, essendo efficiente per quanto riguarda l’approvvigionamento idrico e altamente utilizzabile. Non a caso, tutti i suoi sottoprodotti possono essere sfruttati in altro modo e non finiscono nel cestino.

 

CARTA DA PARATI ECOLOGICA

Affinché la carta da parati sia effettivamente ecologica è necessario, però, che abbia un’origine sostenibile non solo il principale materiale utilizzato ma anche tutti quelli che vengono sfruttati per ottenere il prodotto finale: dai coloranti all’adesivo. Molti modelli ecologici, per raggiungere questo obiettivo, sfruttano la viscosa che, contrariamente a quanto si possa immaginare, ha un’origine totalmente naturale. Composta da fibre tessili che si ottengono dal legno, permette alla carta da parati di aderire perfettamente al muro. A questo punto manca solo l’adesivo che, per non invalidare la natura sostenibile del prodotto, deve assolutamente essere privo di additivi chimici.

PROPRIETÀ DELLE CARTE DA PARATI NATURALI

Un altro dei benefici di cui godere quando si sceglie una tappezzeria ecologica sono le proprietà intrinseche dei materiali naturali di cui è composta, che inevitabilmente hanno modo di agire anche all’interno delle abitazioni una volta istallati questi tipi di carte da parati. Le fibre di lino unite alla viscosa, ad esempio, riescono a creare una naturale barriera termoisolante in grado anche di assorbire l’umidità all’interno dell’ambiente. Inoltre, quando le carte da parati sono totalmente ecologiche, sono una garanzia per la salute della famiglia non emettendo sostanze tossiche nell’ambiente in cui passiamo gran parte della nostra vita. Infine, alcune aziende propongono alcuni tipi di tappezzeria totalmente compostabile. In questi casi, la carta da parati in un tempo che varia da sei mesi a un anno sarà in grado di decomporsi completamente, diventando un ottimo fertilizzante.

IDEE PER ARREDARE LA CASA CON IL RICICLO:

  1. Lampada da tavolo fai da te, con il riciclo creativo: idee per decorare la casa con originalità
  2. Riciclo creativo delle bottiglie di birra: si trasformano in originali oggetti d’arredo per la casa
  3. Portacandele fai da te con bottiglie di vetro, per arredare la casa con il riciclo creativo
  4. Riciclo creativo delle lattine di alluminio: idee originali per decorare casa in modo low cost
  5. Riciclo creativo: come arredare casa con una vecchia scala di legno (Foto)
Shares