Questo sito contribuisce all'audience di

I robot-badanti si fabbricano in Italia. E cambieranno la vita a milioni di famiglie

Accompagnano gli anziani al parco. Ritirano le medicine in farmacia. Gettano la spazzatura. Avvisano i parenti in caso di malore. Sono macchine, ma stanno entrando nelle nostre case. E i test funzionano.

di Posted on
Condivisioni

ROBOT BADANTI PER ASSISTENZA ANZIANI –

Accompagnano le persone anziane al parco a fare una passeggiata. Vanno in farmacia a ritirare i medicinali. Preparano la cena. Ritirano abiti in lavanderia e buttano la spazzatura. Non è fantascienza, stiamo parlando dei robot-badanti, veri e propri aiutanti domestici, in grado di fare cose utili, per le quali spesso mancano le risorse e le persone. Macchine di straordinaria precisione che si stanno perfezionando proprio qui, in Italia.

LEGGI ANCHE: Badante di condominio, a Milano funziona e 100 famiglie la condividono

ROBOT BADANTI PER ANZIANI –

I robot-badanti hanno un cervello a base di microchip, un cuore di silicio e gli arti bionici, e secondo Barbara Caputo, la scienziata italiana che dirige il laboratorio Vandal a Roma, «entro i prossimi dieci anni saranno insostituibili nell’assistere pazienti e anziani».

robot-badanti-assistenza-anziani (3)

Una bella prospettiva in un mondo dove, per effetto della curva demografica e dell’allungamento dell’età media della vita, ci sarà sempre più bisogno di assistenza per le persone anziane. Il team della Caputo, che ha lavorato in Germania, Svezia e Stati Uniti prima di tornare in Italia, è in azione presso la facoltà di Ingegneria informatica della Sapienza a Roma. Ma anche alla Scuola Superiore di Sant’Anna a Pisa si sta lavorando su tre robot (battezzati Coro, Doro e Oro) pensati per operare in casa, nel condominio e all’esterno.

ROBOT PER ANZIANI –

I test sul campo di questi robot-badanti, fatti in alcune case di riposo per anziani in Toscana, sono stati molto confortanti, anche perché è scattata subito una strana empatia tra gli uomini e le donne e la macchina.

robot-badanti-assistenza-anziani (2)

IL ROBOT BADANTE GIRAFFPLUS DI NONNA LEA –

Ed a proposito di test, è italiana la super nonna Lea Mina Ralli, 94 anni, che sta collaudando in una casa dove vive da sola la funzionalità di GiraffPlus, un robot-badante che funge da assistente sanitario e avvisa i parenti in caso di malore. Auguri, donna Lea e buona compagnia con il suo robot in prova.

PER APPROFONDIRE: Badanti, colf e baby sitter, i migliori siti per trovarle

LEGGI ANCHE: