Questo sito contribuisce all'audience di

L’autostrada degli sprechi: sequestrati 4 piloni sulla Salerno-Reggio. Sono a rischio

La magistratura ha messo sotto inchiesta 21 persone per disastro doloso e falso ideologico. Otto chilometri di autostrada sono stati chiusi. E Renzi aveva annunciato che entro la fine dell’anno il cantiere infinito si chiudeva…

Condivisioni

RISCHIO CROLLI SALERNO REGGIO CALABRIA –

Ricordate la recente promessa di Matteo Renzi? «Prima di Natale andrò a chiudere i lavori della Salerno Reggio Calabria….» aveva annunciato il premier qualche mese fa, con una certa enfasi. E noi gli avevamo dimostrato tutto il nostro scetticismo.

LEGGI ANCHE: Autostrada Salerno-Reggio Calabria, il bluff di Renzi che parla di cantiere chiuso

SPRECHI SALERNO REGGIO CALABRIA –

Il cantiere di questa autostrada degli sprechi è aperto da quasi mezzo secolo, e finora sono stati spesi circa 8 miliardi di euro. Soldi in gran parte sprecati, e andati a finire attraverso un vortice di subappalti nelle casse della malavita organizzata.

Adesso, a fronte del bluff di Renzi, c’è la decisione, questa immediata e concreta, della Procura della Repubblica di Vibo Valentia, guidata da Mario Spagnuolo. I magistrati hanno sequestrato 4 viadotti, e 8 chilometri di autostrada, tra le uscite di Mileto e Rosarno. Il motivo? Sono a «rischio crollo molto elevato».

La Procura inoltre ha messo sotto inchiesta 21 persone per disastro colposo e falso ideologico. Si tratta di imprenditori, tecnici e dirigenti dell’Anas: il solito gruppo di imputati collusi che compaiono in questo tipo di indagini. Chissà, forse Renzi leggendo questa notizia ci ripenserà prima di confermare il suo avventato annuncio.

PER APPROFONDIRE: Basta sprechi, mezzo secolo per fare una strada. Non è assurdo?