Come smaltire i rifiuti - la mappa Rifiuti Zero in zona 4
Questo sito contribuisce all'audience di

Rifiuti Zero in zona 4: a Milano una mappa per aiutare i cittadini a gestire al meglio i rifiuti

la mappa Rifiuti Zero nasce da un gruppo di cittadini che vuole ridurre i rifiuti nella propria città, mappando tutti i luoghi del proprio quartiere dove è possibile smaltirli/scambiarli/aggiustarli, in pieno stile Non sprecare

di Posted on
Condivisioni

Un gruppo di cittadini che si impegna attivamente a ridurre i rifiuti nella propria città, mappando tutti i luoghi del proprio quartiere dove è possibile smaltirli/scambiarli/aggiustarli, cooperando in pieno stile Non sprecare e dimostrando anche che l’egoismo è davvero finito: è il progetto Rifiuti zero in zona 4, che noi sosteniamo e di cui vogliamo parlarvi, per darvi la possibilità di contribuire e per mettere in piedi iniziative analoghe in altre città.

PER SAPERNE DI PIU’: Acquisti alla spina, un mercato in crescita

COME SMALTIRE I RIFIUTI. Si tratta di un progetto pilota che si propone di contribuire alla riduzione dei rifiuti solidi urbani da avviare allo smaltimento in discarica. Ideato da Donatella Pavan in collaborazione con Cascina Cuccagna di Milano e presentato nel corso di Giacimenti urbani (la mostra-evento organizzata in occasione della Settimana Europea di Riduzione dei Rifiuti 2013 di cui vi abbiamo già parlato), rifiuti zero in zona 4 è basato sulla prossimità e lo scambio d’informazioni fra gli abitanti ed è perciò destinato a stimolare lo sviluppo dei rapporti sociali e favorire una maggior conoscenza delle risorse offerte dal quartiere migliorando la qualità della vita di tutta la cittadinanza.

A COSA SERVE. Il progetto ha lo scopo di individuare, contattare e coinvolgere gli esercizi commerciali che adottano politiche di eliminazione o riduzione degli imballaggi e più in generale le attività che – per fini di lucro e/o etici – offrono servizi di condivisione, riparazione, raccolta, recupero e riciclo.

TUTTI POSSONO COLLABORARE. Il progetto ci piace perchè conivolge sia gli esercizi commerciali “non spreconi” che possono auto-segnalarsi (esempio laboratori di restauro, sartoria, tappezzeria, falegnamerie, materassai, negozi leggeri) sia cittadini comuni, scuole, associazioni e parrocchie che possono diventare collaboratori di Rifiuti zero in Zona 4 in vari modi:

  •  segnalando le buone pratiche di loro diretta conoscenza;
  • mettendosi a disposizione per lo svolgimento di attività sul campo utili allo sviluppo e realizzazione del progetto (lavoro di contatto, promozione, distribuzione della mappa in rete e sul territorio)
  • offrendo supporto in termini di spazi o attrezzature o altro (servizi di web design, macchine per ufficio, trasporto e deposito materiali)

Il Negozio Leggero è il primo esercizio commerciale della Zona 4 ad aver dato la propria adesione alla nostra iniziativa. Apparirà sulla mappa perché propone un nuovo modo di fare la spesa: vende prodotti sfusi, ovvero senza imballo.
Vi terremo aggiornati sugli sviluppi del progetto, chiunque fosse direttamente interessato può scrivere a info@giacimentiurbani.eu