Questo sito contribuisce all'audience di

Premio Non Sprecare, i vincitori dell’edizione 2013

Oltre 200 le candidature con le buone pratiche inviate da marzo a ottobre, da cittadini, associazioni, aziende, enti e scuole italiane. La premiazione è avvenuta nel corso del Festival della Scienza di Genova

Condivisioni

Sono stati premiati il 31 ottobre, nel corso del Festival della Scienza di Genova, i vincitori del Premio Non Sprecare 2013: oltre 200 le candidature con le buone pratiche inviate da marzo a ottobre, da cittadini, associazioni, aziende, enti e scuole italiane. L’Italia che non spreca cresce in modo vertiginoso nella consapevolezza che non sprecare è un’opportunità per risparmiare, per vivere meglio e per favorire una nuova ricchezza, per tutti.

Nella suggestiva cornice di Palazzo Ducale a Genova, è stato premiato per la categoria Personaggio dell’edizione 2013, Michelangelo Pistoletto, protagonista dell’Arte Povera – movimento nel quale rientrano le sue opere, tra le quali Oggetti in meno e La Venere degli stracci – e artista a cui va riconosciuto il merito di aver messo l’arte in relazione attiva con i diversi ambiti del tessuto sociale e con una suggestiva proposta di cambiamento verso modelli e stili di vita più sostenibili. Per la categoria Scuole è stato premiato l’Istituto comprensivo Maddalena-Bertani di Genova, rappresentato dal professore Antonio Piano, per l’impegno profuso da diversi docenti nel trasmettere la cultura del “non-spreco” tra le attività formative dell’intero Istituto. Il premio per la categoria Imprese è stato assegnato a Acque SpA, azienda toscana che garantisce elevati standard qualitativi del servizio acquedotto, del sistema di fognatura e depurazione, a tutela dell’ambiente e della salute dei cittadini. Nello specifico l’azienda si è distinta per aver lanciato il progetto “Acqua Buona”, che attraverso la collaborazione di comuni, famiglie e istituzioni scolastiche, ha convinto 16.000 studenti a bere con soddisfazione l’acqua del rubinetto. L’Associazione culturale ricreativa abruzzese Ra.g.à, infine, si è aggiudicata il riconoscimento per la categoria Associazioni e istituzioni, a fronte dell’entusiasmo con il quale un gruppo di ragazzi di Raiano, in provincia dell’Aquila, ha deciso di coinvolgere il territorio in un sogno concreto di sostenibilità.