Questo sito contribuisce all'audience di

Premio Non Sprecare 2013, ecco i vincitori

Oltre 200 le candidature inviate da marzo a ottobre, da cittadini, associazioni, aziende, enti e scuole italiane. La premiazione è avvenuta nel corso del Festival della Scienza di Genova

Condivisioni

Sono stati premiati il 31 ottobre, nel corso del Festival della Scienza di Genova, i vincitori del Premio Non Sprecare 2013: oltre 200 le candidature con le buone pratiche inviate da marzo a ottobre, da cittadini, associazioni, aziende, enti e scuole italiane.

L’Italia che non spreca cresce in modo vertiginoso nella consapevolezza che non sprecare è un’opportunità per risparmiare, per vivere meglio e per favorire una nuova ricchezza, per tutti. “L’Italia che non spreca ormai costituisce una vera e propria web community attorno al sito www.nonsprecare.it, sul quale oltre alle migliori idee anti spreco proposte dagli utenti, è possibile trovare consigli, storie e attività da poter promuovere nella vita quotidiana. Sono entusiasta dell’elevata partecipazione al Premio Non Sprecare 2013 e onorato di poterne premiare i vincitori, tra i quali il maestro Michelangelo Pistoletto, uno degli artisti italiani più conosciuti e affermati nel mondo” dichiara Antonio Galdo.

 

Michelangelo Pistoletto

IL PERSONAGGIO NON SPRECARE 2013 – Nella suggestiva cornice di Palazzo Ducale a Genova, è stato premiato per la categoria Personaggio dell’edizione 2013, Michelangelo Pistoletto, protagonista dell’Arte Povera –  movimento nel quale rientrano le sue opere, tra le quali Oggetti in meno e La Venere degli stracci – e artista a cui va riconosciuto il merito di aver messo l’arte in relazione attiva con i diversi ambiti del tessuto sociale e con una suggestiva proposta di cambiamento verso modelli e stili di vita più sostenibili. A Genova, Pistoletto ha dialogato sul tema Bellezza, tra natura, arte e spreco con il direttore Antonio Galdo.

GLI ALTRI VINCITORI – Per la categoria Scuole è stato premiato l’Istituto comprensivo Maddalena-Bertani di Genova, rappresentato dal professore Antonio Piano, per l’impegno profuso da diversi docenti nel trasmettere la cultura del “non-spreco” tra le attività formative dell’intero Istituto. Il premio per la categoria Imprese è stato assegnato a Acque SpA, azienda toscana che garantisce elevati standard qualitativi del servizio acquedotto, del sistema di fognatura e depurazione, a tutela dell’ambiente e della salute dei cittadini. Nello specifico l’azienda si è distinta per aver lanciato il progetto “Acqua Buona”, che attraverso la collaborazione di comuni, famiglie e istituzioni scolastiche, ha convinto 16.000 studenti a bere con soddisfazione l’acqua del rubinetto. L’Associazione culturale ricreativa abruzzese Ra.g.à, infine, si è aggiudicata il riconoscimento per la categoria Associazioni e istituzioni, a fronte dell’entusiasmo con il quale un gruppo di ragazzi di Raiano, in provincia dell’Aquila, ha deciso di coinvolgere il territorio in un sogno concreto di sostenibilità.

DA NON PERDERE: “Non Sprecare”, il libro di Antonio Galdo in edizione tascabile (Einaudi)

“Un mondo sottosopra che sta cambiando molto più velocemente di quanto potevamo

Non Sprecare libro

immaginare solo qualche anno fa. Una Grande Crisi che, spietata e crudele, si sta abbattendo sulle spalle dei più deboli. Una tumultuosa trasformazione che sta investendo il destino di ognuno di noi. È questa la Grande Occasione che ci costringe a ripensare in un colpo solo all’economia, alla politica, alla società. Ai modi di produrre e di consumare. Al modello di sviluppo e al prezzo della spesa. E il semplice ma necessario imperativo categorico «Non sprecare» è la nostra bussola verso una nuova epoca della quale al momento possiamo appena decifrare i contorni. Perché «Non sprecare» non significa solo ridurre spese inutili, non gettare il cibo nella spazzatura, spegnere le luci in casa quando non servono. Significa anche e soprattutto scegliere in modo responsabile nuovi stili di vita che alimentano una nuova crescita economica. Stimolare la politica a riconquistare il suo primato, rispetto a mercati e mercanti, a presidio della democrazia e dell’equità”.

PREMI IN PRODOTTI BIOLOGICI – In linea con lo spirito della manifestazione, i vincitori sono stati premiati con un quantitativo di prodotti biologici pari al proprio peso corporeo, offerti dalla società Alce Nero & Mielizia, gruppo leader nel settore dell’agricoltura biologica (www.alcenero.it).

PARTNERSHIP – Il Premio Non Sprecare 2013 nel corso della sua 4° edizione si è avvalso di prestigiose partnership quali il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, il Consiglio Nazionale delle Ricerche – CNR, il Gruppo editoriale Banzai, Rai Radio1, l’Università Sapienza, FAO – Save Food Initiative, l’Associazione LUISS Sostenibile, andando a coinvolgere la società civile, per sensibilizzarla a valorizzare le buone pratiche orientate a capovolgere il paradigma contemporaneo dello spreco per favorire risparmio, nuovi stili di vita, sostenibilità e, innanzitutto, una sana e stabile crescita economica.

Se vuoi ricevere a casa il libro “Non Sprecare” clicca qui

1 Comment
  • massimo
    30.10.2013

    bellissima iniziativa