Piccola Farmacia letteraria Firenze | Non sprecare
Questo sito contribuisce all'audience di

Libri come medicinali: l’idea di una giovane libraia di Firenze, per curare i mali dell’anima

Tristezza, solitudine, senso di abbandono, nostalgia: nella “Piccola Farmacia Letteraria” di Elena Molini, gli affanni della vita si affrontano con il libro giusto. Un’intuizione originale anche per rilanciare la lettura in un Paese in cui le librerie che chiudono sono sempre di più

Condivisioni

Un libro per affrontare ogni stato d’animo, uno per uno. Una medicina alternativa fatta di poesie, romanzi d’avventura, storie in grado di farci viaggiare con la fantasia, gialli in cui immedesimarsi nelle peripezie del personaggio o semplicemente vicende tragicomiche in cui ritrovare la propria quotidianità. Nella “Piccola Farmacia letteraria” di Elena Molini, a Firenze, in via di Ripoli 7/R, i problemi si affrontano con farmaci speciali: i libri, in grado di curare l’anima, a volte anche meglio di qualsiasi medicinale.  

PICCOLA FARMACIA LETTERARIA FIRENZE

La tristezza per la fine di una storia d’amore, l’ansia per quell’obiettivo difficile da raggiungere, quel senso di solitudine e paura che spesso sembra impossibile da scacciare via ma che le parole giuste possono fare evaporare in un attimo: a tutto c’è una soluzione letteraria. Come in una vera e propria farmacia e come un vero e proprio medicinale, ogni libro è dotato di uno speciale bugiardino con tutte le indicazioni sulle “patologie” che cura, le varie indicazioni, gli effetti collaterali (ovviamente positivi), e perfino la posologia.

Una libreria davvero speciale la “Piccola Farmacia Letteraria”, fortemente voluta da Elena, 35 anni, portata avanti in collaborazione con la sorella Ester e l’amica Deborah, entrambe psicologhe professioniste, e nata dalla consapevolezza acquisita dopo anni di lavoro in una libreria della grande distribuzione, che sono proprio i sentimenti e gli stati d’animo a determinare le scelte del lettore e che il compito di una libreria è anche quello di valorizzare i rapporti umani e ascoltare gli altri, intercettandone gli affanni della vita.

LEGGI ANCHE: A Venezia, la libreria Acqua Alta, un posto magico all’insegna del riciclo creativo e del non spreco e una delle 10 librerie più belle del mondo

LA FARMACIA LETTERARIA DI ELENA MOLINI

Tutti i libri della Piccola Farmacia Letteraria, più che in base alla trama, sono catalogati in base alle emozioni che sono in grado di trasmettere, agli atteggiamenti indagati e agli stati esistenziali che possono accomunare protagonista e lettore.

Un’idea geniale che ha permesso a Elena di rimettersi in gioco, reinventandosi e realizzando il sogno di una libreria tutta sua. E un modo anche per provare a porre un freno all’enorme spreco dei pochi lettori e delle tante librerie che, giorno dopo giorno, continuano a chiudere. Solo a Roma, in centro come in periferia, secondo un’indagine di Confcommercio, dal 2007 al 2017 hanno chiuso ben 223 librerie. E una libreria che chiude, lo ribadiamo, è una sconfitta per tutti.

Senza contare che la piccola libreria di quartiere, con il tempo diventa un vero e proprio punto di ritrovo, un luogo in cui chiacchierare tra amici, discutere, ritrovarsi, sentirsi a casa.

Anche intorno alla Piccola Farmacia letteraria di Firenze, libro dopo libro, si è creata una bella comunità che ha superato i confini di Firenze e della Toscana. Sono tanti i lettori che raggiungono via di Ripoli 7/R da ogni angolo d’Italia per ottenere la loro prescrizione letteraria.

PER APPROFONDIRE: Le 10 librerie più belle del mondo, da Venezia a New York, luoghi unici e fuori dal tempo all’interno di teatri e chiese o con vista mozzafiato sul mare (foto)

UN LIBRO COME CURA PER L’ANIMA

I libri della Piccola Farmacia Letteraria coprono circa ottanta stati d’animo. Ci sono le pillole di menefreghismo per gli amori non corrisposti, gli integratori contro la bassa autostima, le compresse di coraggio contro la paura, le gocce di gioia contro la tristezza, le iniezioni di entusiasmo per la felicità e le pasticche di compagnia contro la solitudine.

Nella libreria inoltre, vi è esposta una legenda in cui ad ogni sentimento viene associato un colore. Un modo per permettere a chi per timidezza o discrezione non riesce ad aprirsi e a parlare dei suoi problemi, di scegliere personalmente il genere che può essergli maggiormente di aiuto in quel particolare momento.

Selezionatissimo anche il catalogo dedicato ai più piccoli. E per chi è troppo distante da Firenze o non può raggiungere la libreria, è attivo anche il servizio di vendita online dei libri, foglietto illustrativo incluso. L’obiettivo per il futuro è quello di offrire ai lettori la possibilità di ottenere un consiglio personalizzato anche online, gratuitamente e senza nessun vincolo d’acquisto.

(Le immagini sono tratte dalle pagine Facebook e Instagram della Piccola Farmacia Letteraria di Firenze

LE STORIE DI CHI NON SI ARRENDE ALLA CRISI DELLA LETTURA: