Questo sito contribuisce all'audience di

Kids Against Waste: la mostra interattiva per insegnare ai bambini a ridurre gli sprechi

IlVespaio insegna, attraverso attività ludiche, che ognuno di noi, nel proprio piccolo, può fare qualcosa per evitare gli sprechi.

Condivisioni

KIDS AGAINST WASTE –

“ilVespaio” è un network di professionisti che si occupa di ecodesign e sostenibilità. “Kids Against Waste” nasce da un’idea di Alessandro Garlandini e Clara Giardina de ilVespaio. Alessandro Garlandini elabora soluzioni per riutilizzare scarti di produzione e organizza laboratori per bambini nelle scuole e negli ospedali e mostre didattiche su tematiche ambientali e sociali, mentre Clara Giardina è una designer con la passione per il kids&toys design che collabora alle Children Design Jam, mini workshop di progetto in cui si usa il design thinking e organizza laboratori con i bambini per la costruzione di giocattoli di una volta, oltre a essere docente a contratto all’Università di Bologna.

LEGGI ANCHE: Sprechi alimentari, il progetto per ridurli al Museo dei bambini di Milano

LA MOSTRA INTERATTIVA PER BAMBINI –

Kids Against Waste è la mostra ludica e interattiva per bambini sugli sprechi alimentari allestita da ilVespaio presso il MUBA – Museo dei Bambini di Milano per Expo 2015 – lo scorso settembre all’interno di Childrenshare, il programma culturale per i bambini di Expo. Nella prima parte della mostra i bambini scoprono cosa sono gli sprechi alimentari e da cosa sono causati attraverso un gioco interattivo: i bambini devono raccogliere dei frutti da un albero di cartone, caricarli su di un camioncino e percorrere una pista piena di ostacoli, proteggendoli dalle cause degli sprechi alimentari lungo tutta la filiera e imparando buone azioni quotidiane da fare a casa. L’allestimento è realizzato in Nidoboard e cartone alveolare e rifiuti post consumo. Nella seconda parte, invece, sono stati esposti prodotti realizzati con materiali derivanti da scarti agricoli e alimentari: mobili di resine naturali e carciofi, ciotole realizzate con briciole di pane, quaderni di carta ottenuta con gli scarti della frutta, occhiali di plastica riciclata e lolla di riso e molto altro. Al termine del percorso, un paesaggio di imballaggi di alimenti scaduti ricorda la quantità enorme di cibo buttato via ogni giorno.

APPLICABILITÀ –

I bambini che partecipano a Kids Against Waste imparano attraverso il gioco cos’è lo spreco, scoprono quanta strada deve fare il cibo per arrivare sulle nostre tavole e diventano soggetti motivati a riciclare anche gli scarti del cibo, perché scoprono che possono diventare nuovi materiali. Soprattutto imparano che ognuno di noi, nel nostro piccolo, può fare qualcosa per evitare gli sprechi. Pertanto, il progetto vuole diventare una mostra itinerante per le scuole, i musei e i centri commerciali di tutta Italia. Inoltre, può diventare una Storia, ovvero una pubblicazione illustrata per bambini sul tema dello spreco alimentare.

KIDS AGAINST WASTE MUSEI CIVICI REGGIO EMILIA –

Attualmente è possibile visitare la mostra “Kids Against Waste” presso i Musei Civici di Reggio Emilia, fino al 22 maggio 2016 nei seguenti orari: 10-13 e 15-18, con laboratori gratuiti la domenica alle 16,00 a cura degli ideatori.

Per le scuole sarà visitabile nell’ambito del progetto “Siamo quello che mangiamo” all’interno dell’offerta educativa dei Musei Civici e su accordi diretti. La mostra è pensata per bambini dai 5 agli 11 anni ma può essere fruita anche da ragazzi di età maggiore e adulti.

Il progetto è in concorso per l’edizione 2016 del Premio Non Sprecare. Per conoscere il bando e partecipare vai qui

Se il progetto ti è piaciuto condividilo su Facebook, Twitter e G+!

PER APPROFONDIRE: Come insegnare ai bambini a non sprecare l’acqua