Questo sito contribuisce all'audience di

Un orto al posto dell’ospedale psichiatrico: l’esperimento a Milano

Condivisioni

A Milano, dove prima c’era un ospedale psichiatrico oggi c’è un orto comunitario: il Giardino degli Aromi, un luogo in cui non ci si prende cura solo delle piante ma anche di se stessi e degli altri.

Fortemente voluto da un gruppo di donne esperte riguardo le tecniche di coltivazione e raccolta delle erbe aromatiche e medicinali, il giardino si pone come obiettivo principale quello di favorire il reinserimento sociale delle persone svantaggiate. Il tutto attraverso la cura degli spazi verdi.

LEGGI ANCHE: L’orto sul balcone, ecco come fare

In particolare, il giardino si divide in due grandi aree: da un lato vi è il “Mandala delle erbe” in cui ci si dedica alla coltivazione delle erbe medicinali e alla loro trasformazione in prodotti per il benessere e dall’altro il “Libero orto”, un vero e proprio orto collettivo caratterizzato da una forte biodiversità e coltivato solo mediante l’utilizzo di tecniche naturali.

Obiettivo: creare un ambiente accogliente e coinvolgente in modo da fornire ai soggetti che provengono da un’esperienza di disagio ed emarginazione sociale una seconda possibilità che permetta loro di raggiungere quell’equilibrio che solo la socializzazione con gli altri partecipanti e il contatto con la natura possono assicurare.

LEGGI ANCHE: