Come donare libri ai bambini poveri | Non sprecare
Questo sito contribuisce all'audience di

Librerie Feltrinelli e Mission Bambini, l’iniziativa per donare libri, quaderni e giocattoli ai bambini poveri

Il 14 e il 15 settembre, in 49 librerie Feltrinelli, in tutta Italia. Sono oltre 1,2 milioni i minori in povertà assoluta nel nostro Paese: una condizione che priva bambini e adolescenti anche delle opportunità di crescita e formazione

In Italia, come rilevano i dati Istat relativi al 2018, sono oltre 1,8 milioni le famiglie che vivono in condizioni di povertà assoluta, per un numero complessivo di circa 5 milioni di individui. Poco più di 3 milioni le famiglie in una situazione di povertà relativa: quasi 9 milioni di persone. Famiglie che, ogni giorno, hanno enormi difficoltà nel pagare le bollette, portare in tavola un pasto sano e completo, acquistare un nuovo vestito per i bambini che crescono, garantire loro un’istruzione adeguata o semplicemente comprare quel libro o quel giocattolo che tanto desiderano. Sono oltre 1,2 milioni i minori in povertà assoluta nel nostro Paese. Una condizione che priva bambini e adolescenti delle opportunità di crescita e formazione e della possibilità di costruirsi un futuro.

COME DONARE LIBRI AI BAMBINI POVERI

Ed è proprio per aiutare e sostenere concretamente le famiglie con figli, in condizioni di disagio, che Librerie Feltrinelli e Mission Bambini Onlus hanno ideato la prima edizione della campagna “Banco dei desideri”.

Il 14 e il 15 settembre, in 49 librerie Feltrinelli, in tutta Italia, sarà possibile donare libri, giocattoli e cartoleria.

LEGGI ANCHE: Guido, il pensionato di Roma che ripara i giocattoli da donare ai bambini meno fortunati

COME DONARE LIBRI E GIOCATTOLI AI BAMBINI POVERI

La modalità è semplice e immediata: all’ingresso del punto vendita, i volontari di Mission Bambini distribuiranno delle shopper appositamente destinate all’iniziativa “Banco dei desideri”, da riempire con libri, giochi come puzzle, pasta modellabile e costruzioni, strumenti musicali, quaderni, astucci e altro materiale di cancelleria. Il materiale raccolto verrà poi donato alle case di accoglienza per bambini e agli asili selezionati da Mission Bambini rispettando il criterio della prossimità territoriale rispetto al punto di raccolta.

A Milano, ad esempio, si potrà donare all’Associazione L’Impronta onlus “Asilo Nido Il gatto e la volpe” nel quartiere di Gratosoglio. A Napoli i libri saranno destinati a Bambù Cooperativa Sociale Onlus a San Sebastiano al Vesuvio mentre, a Roma, all’Associazione “I Diritti Civili nel 2000 – Salvabebè/Salvamamme” nel quartiere XI Portuense. A Torino, invece, all’Associazione di volontariato “Ercole Premoli” in Barriera di Milano, per citarne alcuni.

PER APPROFONDIRE: “Sospeso”, una moda sempre più contagiosa. Adesso arriva anche il giornale gratis. Dopo il caffè, la pizza, i libri, le sciarpe, il gelato, i giocattoli. E perfino i regali

COME AIUTARE I BAMBINI POVERI POVERI IN ITALIA

Un’iniziativa che dona gioia alle famiglie ma soprattutto ai bambini che ricevono il regalo e che, allo stesso tempo, sostiene le attività di Mission Bambini, da oltre 10 anni impegnata nello sviluppo di servizi alla prima infanzia. Senza dimenticare che il dono rende felice anche chi lo fa.

LE INIZIATIVE PER AIUTARE CHI È IN DIFFICOLTÀ:

  1. Empori solidali in Italia, ecco dove sono. Un aiuto concreto alle famiglie in difficoltà
  2. La magia del pallone per combattere gli sprechi, azzerare le distanze e superare le difficoltà
  3. In Brianza nasce il garage solidale, autofficina che offre lavoro e integrazione
  4. Slurp, il progetto solidale che si impegna ad aiutare gli studenti in forte difficoltà economica
  5. Frigoriferi solidali, a Bari ne hanno aperti sette. Che aspettiamo a farlo in tutta Italia?
Shares