Censimento dei senzatetto - Non sprecare
Questo sito contribuisce all'audience di

Hope, a New York i cittadini diventano volontari per un giorno e aiutano i senzatetto

Divisi per squadre, setacciano la città, strada per strada e isolato per isolato. Nei casi più gravi si richiede l’immediato intervento del medico. Per il resto il comune riesce così ad avere la mappa del disagio in tempo reale.

Condivisioni

CENSIMENTO DEI SENZATETTO –

Con il freddo, a New York arriva una bella scossa nell’universo del volontariato, attraverso la quale si cerca di fare una sorta di censimento dei senzatetto. Coinvolgendo direttamente i cittadini. Il programma si chiama Hope, che letteralmente significa “speranza”, ed è l’acronimo di Homeless Outreach Population Estimate.

LEGGI ANCHE: Dino, il pensionato romano che quattro sere a settimana,offre un pasto a 250 senzatetto della Capitale

IL PROGRAMMA HOPE PER IL CENSIMENTO DEI SENZATETTO –

Funziona così. Tutti i cittadini iscritti negli albi che registrano i certificati di residenza sono chiamati come volontari per un’operazione che si svolge nel giro di un giorno. Suddivisi per squadre, setacciano la metropoli, quartiere per quartiere, strada per strada e isolato per isolato. Individuano i senzatetto e, in casi di emergenza, li segnalano agli ospedali per ricevere subito il soccorso di un’ambulanza e di un medico. Altrimenti, presentano un questionario per capire le loro storie, chi sono e perché sono finiti in mezzo alla strada.

Di solito, si tratta di persone con malattie mentali, abbinate ad alcolismo e tossicodipendenza. Ma anche di uomini e donne che hanno perso il lavoro, o la casa, schiacciati dai debiti, e non hanno un luogo dove dormire.

CENSIMENTO DEI SENZA FISSA DIMORA –

L’operazione Hope è un grande aiuto, con la forza delle rete dei volontari, per l’amministrazione comunale, che spesso non ha proprio la cognizione del fenomeno dei senzatetto. Ed è un a buona pratica per le famiglie benestanti, un modo per aprire i loro occhi e per curarsi dal male oscuro dell’indifferenza. Spesso, i più poveri sono a un passo da noi e neanche riusciamo a vederli.

PER APPROFONDIRE: A New York il parrucchiere di strada che offre gratuitamente un nuovo look ai senzatetto

LEGGI ANCHE: