Questo sito contribuisce all'audience di

Buoni spesa in cambio di rifiuti: ad Aversa è già attivo il secondo eco-point

Dopo il successo del primo eco-point installato presso un supermercato di viale Europa, da qualche giorno, i cittadini possono conferire le bottiglie di plastica, i flaconi colorati e le lattine in alluminio anche presso un ulteriore compattatore situato presso un supermercato di via Saporito.

Condivisioni

BUONI SPESA IN CAMBIO DI RIFIUTI AD AVERSA – Torniamo a parlare di buone pratiche per la raccolta differenziata per raccontarvi l’esperienza di Aversa, in provincia di Caserta in Campania, un altro Comune non sprecone che ha scelto di installare sul proprio territorio gli eco-point per il riciclo di carta, plastica, alluminio.

LEGGI ANCHE: Buoni spesa in cambio di rifiuti, a Fasano l’esperimento funziona

RACCOLTA DIFFERENZIATA E BUONI SPESA AD AVERSA IN CAMPANIA – Dopo il successo del primo eco-point installato presso un supermercato di Viale Europa, da qualche giorno, i cittadini possono conferire le bottiglie di plastica, i flaconi colorati e le lattine in alluminio anche presso un ulteriore compattatore presente presso un supermercato di via Saporito

GLI ECO-POINT DI AVERSA PER LA RACCOLTA DIFFERENZIATA – In cambio, il “cassonetto-intelligente” rilascia un buono sconto pari a 3 centesimi per immissione. Ma non solo: una volta inseriti, i rifiuti vengono poi compattati e trasportati presso un’azienda specializzata dove vengono trasformati in materie prima da riutilizzare per la produzione di moquette, tappezzeria per auto e addirittura giacche e tanto altro ancora.

PER APPROFONDIRE: A Sassuolo e Maranello, riciclatori anche a scuola

I VANTAGGI DEI RICICLATORI INTELLIGENTI PER LA RACCOLTA DIFFERENZIATA – In questo modo, i rifiuti non seguiranno più il normale iter di passaggio attraverso le aziende di stoccaggio ma andranno direttamente alle aziende che si occupano della loro trasformazione. Una filiera virtuosa che, non solo permette il non spreco di materiali utili ma è anche in grado di tagliare le emissioni inquinanti fino all’80 per cento.

I buoni sconto sulla spesa invece, da un lato incentivano e sensibilizzano i cittadini a riciclare correttamente i diversi materiali e dall’altro alimentano l’economia locale del posto.

Un’iniziativa virtuosa che ci auguriamo continui a diffondersi in tante altre città d’Italia.

PER SAPERNE DI PIU’: A Grugliasco, la spesa si paga con il riciclo della plastica e dell’alluminio

LEGGI ANCHE: