Carla a 16 anni organizza autobus per aiutare gli ucraini
Questo sito contribuisce all'audience di

Carla a 16 anni organizza autobus per aiutare gli ucraini

Si parte da Favara, in provincia di Agrigento, con coperte e generi alimentari. E si torna con 50 profughi fuggiti dalle bombe

di Posted on

Carla ha soltanto 16 anni, ma le sono bastati per organizzare una vera e propria spedizione in aiuto della popolazione ucraina in fuga dal paese devastato dalla guerra. Un gesto coraggioso, di grande valore, arrivato da una ragazza cresciuta in un ambiente familiare da sempre impegnato nel settore del volontariato civile.

CARLA BARTOLI

Carla Bartoli è di Favara, un piccolo comune in provincia di Agrigento (la distanza è di appena dieci chilometri). E da qui è partito un autobus, che lei ha organizzato in prima persona, con coperte, generi alimentari e prodotti per l’igiene: tutto destinato ai profughi ucraini scappati in Polonia. L’autobus, infatti, è arrivato a Lublino, in Polonia, dopo un tragitto di 2.813 chilometri. E al ritorno non sarà vuoto, ma ci saranno 50 profughi che verranno ospitati a Favara, i cui cittadini, con molta generosità, si sono mostrati disponibili a spalancare le porte a un gruppo di rifugiati ucraini.

LEGGI ANCHE: Come aiutare l’Ucraina

FARM CULTURAL PARK

Carla, come dicevamo, è figlia d’arte. I suoi genitori sono da sempre impegnati sul territorio per rilanciare le potenzialità di Favara e non sprecare il suo patrimonio storico e artistico. Così Andrea Bartoli e la moglie Florinda Saieva hanno fatto nascere l’associazione , con l’obiettivo di creare spazi nel Centro storico in grado di attrarre visitatori. Sono stati individuati ben 15 comparti, dove opere d’arte sono state realizzate come elementi di arredo urbano, oltre a lavori da Street Art ed a nuovi spazi verdi. E’ stata persino creata una piccola scuola, si chiama Prima Minister, dedicata a ragazzi minorenni che hanno voglia di approfondire i temi della partecipazione alla vita pubblica. Come ha fatto Carla con la sua bellissima iniziativa per il popolo ucraino.

Fonte immagine di copertina: Andrea Bartoli/Facebook

STORIE DI SOLIDARIETÀ:

 

Share

<