Sign up with your email address to be the first to know about new products, VIP offers, blog features & more.
[mc4wp_form id="5505"]
Questo sito contribuisce all'audience di

Pasti gratis ai poveri ogni mattina in un ristorante di Pistoia

Dalle 8 alle 9 del mattino gli indigenti possono ritirare i pasti al Ghiottone. Il proprietario del locale combatte gli sprechi dopo che ha visto tanti anziani rovistare nella spazzatura.

Condivisioni

AVANZI CIBO RISTORANTE:  IL GHIOTTONE A PISTOIA –

La generosità è contagiosa. E così in Italia si stanno moltiplicando i casi di negozianti e ristoratori che mettono al servizio dei poveri i cibi avanzati altrimenti destinati ai contenitori dell’immondizia. Da Nord a Sud, da Bolzano a Palermo, spuntano come i funghi nuove iniziative ispirate proprio alla filosofia di Non sprecare. L’ultimo caso arriva da Quarrata, in provincia di Pistoia, e riguarda il ristorante Il Ghiottone gestito da Emanuele Innocenti. Il titolare è un noto ristoratore della zona, che ha conosciuto molto da vicino la povertà e così ha stabilito di dedicare un’ora al giorno, dalle 8 alle 9 del mattino, per dare cibo agli indigenti. Tutto spiegato in un cartello ben piazzato all’ingresso del locale, dove è scritto: «Tutte le mattine, tranne il lunedì, dalle 8 alle 9, offro il mio cibo a chi ne fa richiesta. Mi riservo la facoltà del dono. Se è chiuso bussate oppure chiamatemi sul cellulare al numero…».

LEGGI ANCHE: Ruben, il ristorante di Milano in cui si mangia con 1 euro

CIBO IN ECCEDENZA AI POVERI –

Che cosa ha spinto Innocenti a questo splendido gesto? Innanzitutto il suo sguardo che si è allargato a chi lo circonda: ogni giorno vedeva sempre più persone anziane rovistare nei cassetti dei rifiuti per trovare qualcosa da mangiare e da portare a casa. «A questo punto mi sono chiesto: posso fare qualcosa di concreto? E ho trovato una risposta nel cibo che avanza nel mio ristorante e in un piccolo gesto di solidarietà e di buona volontà…» racconta Innocenti. In secondo luogo, il ristoratore è ben consapevole della quantità di piatti che vengono sprecati nei ristoranti, compreso il suo: parliamo di una media nazionale attorno al 30 per cento.

LEGGI ANCHE: Expo, con il Banco Alimentare ogni giorno il cibo che avanza è donato ai poveri

E allora, ha detto, invece di gettarli nella spazzatura, era meglio donarli. E infine il suo gesto si spiega con la scarsa fiducia nelle associazioni che si occupano di poveri. «Non mi fido, preferisco fare tutto in prima persona, e se necessario sono pronto a consegnare io di persona il cibo a chi me lo chiede» spiega il proprietario del ristorante Il Ghiottone. Forse è troppo severo con tanti volontari generosi come lui, ma il suo gesto merita la massima ammirazione.

(Fonte immagine di copertina: Il Tirreno)

PER APPROFONDIRE: A Philadelphia la pizza “sospesa” per donare un pasto gratis ai senzatetto

LEGGI ANCHE: