Veronica Q, 14 anni romana. Una vita vietata ai minori

Il mondo degli adolescenti con le parole di un’adolescente, alla luce dei nuovi, tragici fatti di attualita’: esce “Vietato ai minori”, scioccante autobiografia di Veronica Q, quattordicenne romana. Un viaggio, descritto con freddezza e distacco, tra vizi e perversioni dei giovani di oggi. E’ possibile, a soli quattordici anni, scegliere una vita fatta di trasgressione, …

Veronica Q, 14 anni romana. Una vita vietata ai minori Leggi tutto »

Il mondo degli adolescenti con le parole di un’adolescente, alla luce dei nuovi, tragici fatti di attualita’: esce “Vietato ai minori”, scioccante autobiografia di Veronica Q, quattordicenne romana. Un viaggio, descritto con freddezza e distacco, tra vizi e perversioni dei giovani di oggi.

E’ possibile, a soli quattordici anni, scegliere una vita fatta di trasgressione, di droga e di sesso a pagamento? E’ possibile, pur venendo da un ambiente agiato, lasciarsi usare da chiunque? E credere di meritarsi una vita di solitudine, squallore e vuoto? Si’, accade a Veronica. Se ne puo’ uscire? Con sconcertante naturalezza e senza ombra di compiacimento, Veronica Q ripercorre, in una sorta di diario inquietante e distaccato, le sue esperienze estreme. Quelle di un’adolescente che ha divorato tutto voracemente, che ha vissuto tutto con frenesia e continuo senso del brivido, ma che raramente ha incontrato l’amore vero.

Veronica sta per compiere quattordici anni. La sua vita ordinaria e tranquilla, da brava ragazza cresciuta in una famiglia alto borghese, si e’ interrotta alcuni mesi fa. Durante un viaggio in Inghilterra conosce per la prima volta il sesso estremo e comincia a guardare se stessa e la realta’ con occhi diversi. D’un tratto il suo mondo familiare e dorato, ma anche distratto e sordo di fronte ai suoi disagi, comincia a starle stretto: regole e limiti esistono per essere trasgrediti, il desiderio di entrare nell’universo dei grandi si fa irresistibile. Affascinata e succube di Viola, l’amica del cuore, ragazza ribelle che esibisce il suo corpo, che fa del sesso senza limiti il suo stile di vita, Veronica non esita a farsi trascinare in un vortice di esperienze dove tutto sembra elettrizzante, facile e indolore.

Trascura la scuola, spende senza controllo, vive di notte, fuma, beve, si droga, non mangia. Ma soprattutto lascia che chiunque, amici, sconosciuti, uomini di ogni tipo e di ogni eta’, abusino del suo corpo, vendendolo al migliore offerente. Ma l’illusione di sentirsi grande e forte si trasforma ben presto in un profondo senso di vuoto, senza che lei sia in grado di opporre resistenza, o cambiare vita. Un romanzo verita’ che svela un mondo troppo spesso nascosto, perche’ osservarlo da vicino potrebbe far male. Veronica e’ nata a Roma, appartiene a un’importante famiglia e frequenta il liceo classico. Questo e’ il suo romanzo d’esordio.

Torna in alto