Questo sito contribuisce all'audience di

Unicredit: accordo per sprecare meno energia.

di Posted on
Condivisioni

Unicredit ha annunciato oggi il suo Green Deal: il gruppo bancario guidato da Alessandro Profumo si e’ impegnato a emettere il 30% di CO2 in meno entro il 2020, con un obiettivo intermedio di -15% entro il 2012, supportando il pacchetto clima-energia europeo. Il piano, varato nel 2007 dall’Ue, prevede la riduzione di almeno il 20% delle emissioni di gas serra e l’aumento al 20% della quota di energia prodotta da fonti rinnovabili entro il 2020.

L’Environmental sustainability program, avviato da Unicredit in collaborazione con il Wwf, e’ stato presentato oggi a Roma. Il piano prevede la riduzione delle emissioni degli uffici e delle agenzie del gruppo ma anche quelle indirette legate a finanziamenti e investimenti, monitoraggi annuali e, in caso di obiettivi non rispettati, il sostegno a progetti compensativi.

La strategia sul cambiamento climatico, ha detto Paolo Fiorentino, numero due del gruppo, e’ incentrata su 3 direttrici specifiche: la riduzione delle emissioni interne, proprie delle attivita’ bancarie, la riduzione delle emissioni finanziate, legate alle attivita’ di finanziamento, e l’implementazione di specifiche iniziative e progetti di formazione.