Torino è la città più teleriscaldata d'Europa | Non Sprecare
Questo sito contribuisce all'audience di

Torino è la città più teleriscaldata d’Europa

di Posted on
Condivisioni

«Con questo impianto siamo la città più teleriscaldata d’Europa». Piero Fassino, sindaco di Torino, non nasconde l’entusiasmo all’inaugurazione della nuova centrale di cogenerazione di Torino Nord. «È un buon investimento per la città e va nella direzione di rendere la vita nel capoluogo sempre più sostenibile», ha aggiunto il primo cittadino. Torino sistema quindi un nuovo tassello al suo progetto di teleriscaldamento. Con un investimento di oltre 400 milioni di euro il capoluogo torinese si conferma tra le città più avanzate in Europa in questo settore e, con l’inaugurazione della nuova centrale di cogenerazione di Torino Nord, si aggiungono altri 150 mila abitanti che usufruiscono del servizio, portando il totale a 550 mila cittadini, pari al 55% dell’intera popolazione.

I NUMERI – La centrale a metano è stata realizzata da Iren Energia e ha una potenza di 400 MW elettrici e 220 MW termici, sufficienti per servire una volumetria di 18 milioni di metri cubi. Il calore sarà distribuito con un sistema di reti interrate che, una volta completata l’opera, sarà pari a 120 chilometri interconnettendosi alle attuali reti che servono Torino Sud e Torino Centro. Il totale delle doppie tubazioni interrate che trasportano e distribuiscono calore sarà così di ben 450 km, in grado di servire una volumetria di 55 milioni di metri cubi.

AMBIENTE – La nuova centrale di Torino Nord apporterà ulteriori benefici ambientali. L’eliminazione di centinaia di caldaie condominiali significa una riduzione di emissioni nell’atmosfera di 134 tonnellate/anno di ossidi di azoto, di 400 t/anno di ossidi di zolfo e di 17 t/anno di polveri. Vanno inoltre aggiunte le 95 mila tonnellate/anno equivalenti di petrolio (Tep) che non saranno bruciate, che si sommano alle attuali 180 mila Tep che già vengono risparmiate grazie alla centrale di cogenerazione di Moncalieri. Infine la centrale di cogenerazione di Le Vallette sarà smantellata e l’area, una volta riqualificata, diventerà verde pubblico. «L’avvio della centrale di Torino Nord e lo smantellamento di quella di Le Vallette garantiscono un significativo miglioramento alla qualità dell’aria» della città sabauda, ha assicurato Roberto Garbati, amministratore delegato di Iren, la multi utility che fornisce oltre a Torino anche le province di Genova, Reggio Emilia, Parma e Piacenza.