Questo sito contribuisce all'audience di

Take away: il contenitore ha mille usi!

Condivisioni

Pizze, rosticceria, cibo cinese. Dopo tante sperimetazione, quante volte il “take-away” ha risolto un nostro pasto, senza doversi perdere ai fornelli, magari alla fine di una giornata faticosa. Ne abbiamo già parlato per evidenziare i nuovi involucri del take-awayEppure i contenitori del cibo a portar via finiscono automaticamente nella spazzatura: il consiglio che vi diamo oggi per non sprecare questi involucri metterà in moto la vostra creatività.

Partiamo dal più classico tra gli alimenti pronti per esser consumati: la pizza. E per questo alimento l’unico contenitore è il classico cartone, che per essere riciclato va comunque pulito il più possibile dai residui alimentari altrimenti finirà nell’umido. Ma se invece avete un po’ di tempo, potrete riutilizzare l’involucro della pizza, ripiegando a forma di cono rovesciato il lembo superiore. A quel punto – potete in chiedere in cartoleria – basterà comprare una piccola lavagnetta che andrà apposta su una delle due facce del cartone e qualche gessetto: in questa maniera avrete realizzato una pratica lavagna per bambini.

Passiamo adesso alla rosticceria. Ogni pasto viene accompagnato da posate di plastica: se ne conservate almeno una cinquantina, potrete colorarle e quindi, attaccandole tra loro e alla parete, usarle come cornice allo specchio di camera oppure ad un patchwork di fotografie. Infine, gli involucri del cibo cinese. Sono in genere di cartoncino leggero: bucherellate le pareti del contenitore, tenete bene aperte le ali che chiudono l’involucro e quindi poggiate all’interno una candela. L’effetto sarà sicuramente brillante.

E se avete invece voglia di riutilizzare i vostri snack, andate a rileggere cosa vi avevamo consigliato qualche settimana fa.