Questo sito contribuisce all'audience di

Slow Food Day, per dire no allo spreco di cibo: tutte le inizative in programma

Slow Food Day: in piazza contro gli sprechi alimentari. Una questione non solo economica e morale ma anche sociale e ambientale

Condivisioni

Dire no allo spreco di cibo, e farlo con tantissime iniziative creative in tutta Italia: è lo Slow Food Day, in programma il 25 maggio in circa 300 piazze italiane. L’iniziativa ha lo scopo di difendere il cibo “buono, pulito e giusto dei produttori italiani” ed è organizzata da Slow Food Italia con mercati, degustazioni, incontri con i produttori e laboratori educativi. Il tema di questa edizione sono gli sprechi. Di cibo, ma non solo: si parlerà di acqua, salute, risorse e beni comuni. Un tema molto caro a noi di Non Sprecare: per questo motivo vi segnaliamo alcuni degli eventi in programma.

PER APPROFONDIRE: Leggi il nostro speciale su come evitare sprechi in cucina

INIZIATIVE A MILANO: In provincia tra le tante inizative segnaliamo la  Cena della legalità organizzata a Melegnano (Mi) con i prodotti di Libera Terra il 23 maggio, mentre nel capoluogo lombardo il 25 maggio avrà luogo la LOTTA ALLO SPRECO ALIMENTARE: IMPARA, IMPASTA E RIMESCOLA azione formativa pubblica sul tema “contro lo spreco alimentare”, all’aperto presso Largo La Foppa/Corso Garibaldi (MM2 – Moscova). Una grande festa in cui tutti potranno IMPARARE A NON SPRECARE, con un Laboratorio del Gusto®, che consentirà ai bambini di tutte le età di FARE LA PASTA ALL’UOVO, con pochi semplici gesti. Ciascun partecipante potrà poi PROPORRE UNA PROPRIA RICETTA, non necessariamente gastronomica. Dal consiglio della nonna sul risparmio, all’idea per il riciclo, alla preparazione del condimento per la pasta, tanti modi per godere allegramente di un ambiente migliore.

INIZIATIVE A ROMA. «Vieni alla nostra festa e porta la tua polpetta!» invita Nicoletta Laurano di Slow Food Roma. Piatto del riciclo per eccellenza, sarà lei la vera protagonista alla Città dell’Altra Economia. «In collaborazione con i giovani chef dell’associazione La Nuova Scuola di Cucina Tu Chef oganizziamo una gara di polpette: vincerà chi riesce a riciclare il più possibile. E per i vegetariani niente paura: con la sezione l’Altra polpetta si potrà sfogare la fantasia. Nel pomeriggio da non perdere il documentario LoveMEATender, che mette in discussione la centralità della carne sulla nostra tavola, stimolando la riflessione su sovra produzione e consumi quotidiani sempre più scontati, mostrando testimonianze di allevamenti selvaggi, agricoltori illuminati e intellettuali rivoluzionari. Molti anche gli appuntamenti per i bambini, con il laboratorio Indovina l’ingrediente segreto e il film di animazione Piovono polpette», conclude Nicoletta.

LEGGI ANCHE: Slow food, il film che racconta una rivoluzione – guarda il trailer

INIZIATIVE A NAPOLI. Più a Sud, invece, ci racconta cosa succede  il Fiduciario Pino Mandarano, «appuntamento a Napoli, dove alla Città della Scienza organizziamo un mercato dei Presìdi Slow Food e delle Comunità del cibo di Terra Madre in collaborazione con la Condotta dei Campi Flegrei». Importante ricordare che parte dell’incasso sarà devoluto alla ricostruzione proprio della Città della Scienza, devastata dall’incendio del marzo scorso: anche questo, purtroppo, è uno spreco con cui non vorremmo dover fare i conti.

INIZIATIVA A MESSINA. A Messina largo ai giovani già dal mattino: «Gli studenti che hanno partecipato al concorso indetto dall’Unesco Cucina senza rifiuti espongono i loro lavori, mentre al pomeriggio presentiamo il GAS Ecogastronomia, che coinvolge i produttori dei Presìdi e delle Comunità siciliane», racconta Saro Gugliotta, Fiduciario di Messina. Non possono mancare laboratori di degustazione, cene a tema e musica, per poi finire occhi all’insù, con una lezione di orientamento tra le stelle.

Per scoprire tutti gli eventi organizzati nelle piazze d’Italia cliccate qui

LEGGI ANCHE: