Questo sito contribuisce all'audience di

Raccolta differenziata: a Roma carta, plastica e umido finiscono insieme sullo stesso camion

Condivisioni

Siete anche voi tra coloro che credono nella raccolta differenziata e che ogni giorno, alle prese con le diverse buste multicolore, si impegnano per separare correttamente i vari rifiuti? Se oltre a questo vivete a Roma, precisamente in zona centro, sappiate che tutti i vostri sforzi sono andati perduti.

Come svela il Corriere della Sera, da Campo de’ Fiori ai Coronari, da largo Argentina a Trinità dei Monti, i sacchetti di “monnezza” vengono raccolti tutti insieme sullo stesso camion.

LEGGI ANCHE: Raccolta differenziata, come evitare gli errori più comuni e risparmiare tempo

La segnalazione è giunta al quotidiano da un’addetta dell’Ama profondamente indignata per la situazione.

Come racconta al giornale: “Stamattina siamo nel caos più totale. Non siamo in condizione di fare quel che i cittadini si aspettano. Mancano i camion dell’umido, quelli che caricano le buste rosa, e a Campo Boario non c’è neanche il mezzo dedicato, detto bilico. Abbiamo a disposizione solo quello del “nero”, l’indifferenziata”.

Una situazione che, come spiega l’operatrice: “Vuol dire che oggi quintali di scarti che i cittadini hanno pazientemente selezionato, gli avanzi di cibo, il pane, i fiori, i tovaglioli sporchi, finiscono assieme a tutto il resto: la gente fa la differenziata e noi la disfiamo. Tutto lavoro sprecato, una presa in giro”.

Una cosa intollerabile, confermata dalle fotografie che mostra il Corriere nell’articolo.

Immediata la risposta delle autorità: in seguito alla pubblicazione dell’articolo, la Regione Lazio “ha chiesto spiegazioni all’Ama e ha attivato gli organismi di vigilanza per verificare se esistano disservizi nella raccolta differenziata nel centro di Roma”.

Anche il sindaco Gianni Alemanno è subito intervenuto evidenziando: “Stiamo facendo le nostre verifiche perché è assolutamente necessario che sulla raccolta differenziata non ci sia nessun dubbio e perché siamo consapevoli degli sforzi che i cittadini fanno. C’è bisogno quindi di massima trasparenza e l’Ama risponderà pienamente sia alla Regione che a noi”.

Resta comunque un episodio grave e un’offesa alla correttezza dei cittadini oltre che un enorme spreco di risorse a danno della  comunità e dell’ambiente.

LEGGI ANCHE: