Questo sito contribuisce all'audience di

Premio Non sprecare: parte la nuova edizione. Si partecipa gratis e si vince …

In palio prodotti biologici pari al peso del vincitore di ciascuna categoria. Possono partecipare singole persone, scuole, aziende, associazioni, istituzioni e giovani con start up. Tutto nella filosofia della lotta agli sprechi.

di Posted on
Condivisioni

PREMIO NON SPRECARE 2016 –

È partita la settima edizione del Premio Non sprecare, ideato e realizzato dal giornalista e scrittore Antonio Galdo, autore dei libri Non sprecare, Basta Poco e L’egoismo è finito (Einaudi editore) dai quali è nato il sito www.nonsprecare.it

Il premio promuove progetti e buone pratiche economiche e sociali che mettano in discussione il paradigma contemporaneo dello spreco per favorire risparmio e sostenibilità a tutto campo; consumi consapevoli e responsabili; nuovi stili di vita e, soprattutto, una sana, stabile e limpida crescita economica volta a un effettivo progresso ed a una maggiore uguaglianza.

LEGGI ANCHE: Premio Non sprecare, i vincitori dell’edizione 2015

Negli ultimi anni in Italia è in corso una vera «rivoluzione Non sprecare», favorita dalla necessità di adattarsi al cambiamento impetuoso della Grande Crisi. I segnali sono tanti: la riduzione degli sprechi alimentari domestici, il sorpasso delle vendite di bici sulle auto, il boom degli orti urbani e scolastici, la nuova industria del riuso, l’innovazione per l’efficienza energetica, il ritorno al lavoro agricolo.

L’iniziativa del Premio Non Sprecare, aperta a diversi segmenti della società civile, si articola in cinque sezioni (Personaggio, Aziende, Istituzioni e Associazioni, Scuole, Giovani) e si rivolge a persone fisiche e/o giuridiche che abbiano realizzato nell’ultimo anno progetti anti spreco utili e originali.

Il Premio si avvale di partnership con rilevanti e sensibili realtà del Paese: il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, il WWF, il Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR), il Gruppo editoriale Banzai, RAI Radio1, l’Università “La Sapienza” di Roma, la Fondazione Catalano e l’Università LUISS “Guido Carli” di Roma, che oltre a fornire supervisione scientifica, ospiterà a Novembre la cerimonia di premiazione. In linea con lo spirito della manifestazione, i vincitori saranno premiati con un quantitativo di prodotti biologici, offerti dal gruppo Alce Nero, pari al loro peso corporeo.

COME PARTECIPARE AL PREMIO NON SPRECARE 2016 –

Partecipare è semplicissimo e non costa nulla. Basta seguire le indicazioni contenute nella sezione Premio Non sprecare del sito. I progetti potranno essere inviati entro e non oltre il 15 Ottobre 2016, all’indirizzo di posta elettronica nonsprecarepremio@gmail.com. La consegna del Premio avrà luogo alla fine di Novembre presso la sede dell’Università LUISS “Guido Carli” di Viale Romania 32, Roma.

(Nell’immagine di copertina un momento della cerimonia di consegna del Premio Non sprecare 2015)

PER APPROFONDIRE: Premio Non sprecare, i vincitori dell’edizione 2014