Massimo Sirelli | Non sprecare
Questo sito contribuisce all'audience di

Adotta un robot: opere d’arte create con il riuso

L’autore è il calabrese Massimo Sirelli, che firma piccoli robot realizzati solo con materiali di scarto. E chiunque può adottarli

di Posted on

È un artista del riuso. Un poeta che denuncia la cultura dello spreco e la sua posizione ancora dominante nell’economia, e non solo. Massimo Sirelli, nativo di Catanzaro, in Calabria, si presenta sulla sua pagina  come «un artista che unisce la rabbia e l’istintività dei graffiti con la razionalità pulita della grafica».

MASSIMO SIRELLI

Questa operazione, apparentemente molto complessa, a Sirelli riesce bene grazie a una scelta artistica che ha fatto: realizzare piccoli robot dai rottami che va in giro a raccogliere. Una lattina di Corn Flakes, una scatola in alluminio per i biscotti, scatolette di tonno. Ma anche pezzi recuperati in qualche mercatino o nelle cantine che si vanno svuotare. Dai ferrivecchi a quello che resta di un elettrodomestico ormai inutilizzabile.

LEGGI ANCHE: Bordalo II, l’artista che trasforma i rifiuti in opere d’arte, per salvare la natura e gli animali

ADOTTA UN ROBOT

I robot creati da Sirelli entrano in una famiglia sul web, un sito chiamato Adotta un robot. Tutti hanno un nome, una scheda completa, con le caratteristiche anatomiche, dalle misure ai materiali utilizzati dall’artista. E tutti possono essere adottati, da un papà e una mamma che condividono l’arte del riuso e la lotta contro gli sprechi.

Le immagini sono tratte dalla pagina Facebook di Massimo Sirelli

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere sempre aggiornato. Clicca qui!

IDEE CURIOSE REALIZZATE CON MATERIALI DI SCARTO E RIFIUTI:

Share

Nessun commento presente

Che ne pensi?

<