Questo sito contribuisce all'audience di

Le nuove luci del Green Design dal Salone del Mobile di Milano

di Posted on
Condivisioni

Si chiude oggi a Milano il Salone del Mobile 2010, la grande vetrina espositiva dedicata al design. Tra i padiglioni del Salone e gli spazi aperti del Fuori Salone, un’attenzione sempre maggiore e’ rivolta ai progetti di design sostenibile. Siamo andati a sbirciare tra le novita’ per quanto riguarda l’illuminazione, ad opera dei nuovi designer, le cui creazioni sono state presentate nel Salone Satellite, lo spazio dedicato agli emergenti.

Le luci del green design del futuro sono una lampada alimentata a pomodori, una fatta di sapone ed una serie fatta di carta ricicalta. La lampada alimentata a pomodori si chiama Still Light ed e’ stata progettata da Cygalle Shapiro per lo studio D-vision: e’ una lampada a led alimentata da una reazione elettrochimica tra lo zinco e il rame presenti nei pomodori.

Dello stesso studio sono le lampade Poly, realizzate con scarti di cavi in plastica: ogni lampada e’ fatta con gli scarti di politilene che un’azienda produce simbolicamente in un giorno. Sempre di D-vision le lampade Soap 97%, realizzate con scarti di sapone: la bassa temperatura dei led permette l’uso di materiali morbidi e facilmente lavorabili come il sapone. Le lampade sono realizzate con sapone a base di glicerina, materiale economico, facilemente lavorabile per una luce soffusa e profumata.

Vengono poi le lampade di carta riciclata trasformata in meravigliosi pendenti di luce simili a lampadari di cristallo, di Yves Behar, battezzati appunto Sustainable Crystal.