Ecco la famiglia che vive a consumi zero: acqua riciclata ed energia autoprodotta | Non Sprecare
Questo sito contribuisce all'audience di

Ecco la famiglia che vive a consumi zero: acqua riciclata ed energia autoprodotta

di Posted on
Condivisioni

Carlo e Monica Grisorio non sono due estremisti dell’ambientalismo. Non predicano vite “a impatto zero“, non si truccano da francescani e non fanno i profeti di sciagura. Lui, Carlo, è un idraulico, lei, Monica, una dietista, e insieme hanno acquistato una casa di 130 metri quadrati in via Aosta, nel centro di Torino.

Hanno dovuto ristrutturarla, e qui è scattata la loro scelta radicale: costruire impianti e sistemi per ridurre al minimo i consumi energetici. E abituarsi, con i loro figli Mattia (otto anni) ed Elisa (sei anni) a stili di vita ispirati alla filosofia di Non sprecare.

LEGGI ANCHE: Stop allo spreco, un dottorando inventa un sistema per la casa

Così oggi l’appartamento dei Grisorio non consuma gas, mentre il riscaldamento arriva attraverso un impianto a pompe di calore. La raccolta dell’acqua piovana consente di avere consumi pari a zero nella bolletta, e l’energia elettrica, prodotta attraverso i pannelli solari, viene venduta sul libero mercato.

Quanto agli stili di vita, i Grisorio hanno completamente eliminato la plastica e l’acqua minerale, abituando i loro figli al consumo di acqua del rubinetto. Infine la mobilità. La mattina, per accompagnare i figli in due scuole diverse, i coniugi Grisorio sono costretti a utilizzare la macchina, ma il pomeriggio in città circolano solo a piedi, in bicicletta oppure con i mezzi pubblici.

Una famiglia non sprecona, non talebana, ma semplice ed efficace. Un buon esempio per chi crede nei nuovi stili di vita.

LEGGI ANCHE: