Questo sito contribuisce all'audience di

E’ su internet lo shopping ai tempi della crisi

di Posted on
Condivisioni

DELIZIA degli occhi e trionfo della vanita’. E’ lo shopping. Incuranti dei tempi che corrono, sono in molti che ad abiti ed accessori non vogliono proprio rinunciare. Certo, diminuiscono gli zeri sul cartellino del prezzo. La griffe resiste ma comprata tramite il sito internet di second hand. Il pensiero per la migliore amica si acquista con la formula dello swap party. I negozi a cinque stelle sono belli per sognare, ma pullover e borsette e’ piu’ opportuno acquistarli nelle vendite casalinghe. Insomma, pur di non rinunciare al gioco di vestirsi, vince l’arte dell’arrangiarsi. Soprattutto grazie ad internet.

La proposta piu’ “avanti”, che poi e’ antichissima, prevede il ritorno al baratto. Quante ragazze accumulano nell’armadio capi e oggetti di poca soddisfazione e darebbero qualsiasi cosa per la giacca o la borsa della migliore amica? L’importante e’ incrociare i reciproci desideri. La formula piu’ evoluta prevede lo scambio on line tramite siti internet ad hoc come swapstyle.com, barattoonline.com e barattopoli.com. Se invece c’e’ anche voglia di svagarsi la questione si puo’ risolvere con uno swap party.

Funziona cosi’: ognuna porta i suoi vestiti, accessori e bijoux e si aprono gli scambi. Naturalmente ci sono delle regole da seguire ben precise: evitare troppi invitati che generano confusione, presentare merce di qualita’ e perfettamente pulita, inserire nel giro gli amici degli amici, creare una minima omogeneita’ di stile (e di taglie) e trasformare l’avvenimento in una piccola festicciola. In modo che, se il business non va a buon fine, il divertimento e’ assicurato.

Sempre per rimanere tra le mura domestiche, vanno per la maggiore le vendite in appartamento. Le grandi, e piccole marche, in casa propria sono piu’ convenienti che se acquistate nei negozi del centro. Spesso si tratta di prodotti artigianali, o di stiliste in erba, ed e’ un’occasione per conoscere nuovi brand. Anche in questo caso le location e l’organizzazione devono essere impeccabili: salotti confortevoli, te’, pasticcini e un selezionato gruppo di partecipanti.

Pigrizia alle stelle e pochi soldi in tasca? Da consultare senza esitazione e’ venteprive.com, un autentico paradiso dell’occasione: viaggi, computer, vestiti, film. Per ogni voce il sito offre le indicazioni dei link per un risparmio a colpo sicuro. Saldiprivati.com e’ invece un club privato di shopping online e l’unico modo per accedervi e’ quello di registrarsi al sito, dietro invito di qualcuno gia’ iscritto. Il risparmio va dal 30 al 70% e le offerte hanno durata limitata nel tempo. Anche il club outlet on-line Born4shop.com, offre la possibilita’ di partecipare su invito, e per un tempo piuttosto breve, a proposte d’acquisto di vario genere.

“Due volte la settimana gli iscritti ricevono, via posta elettronica, l’invito a prendere parte ad una nuova vendita di prodotti di marca offerti con sconti dal 40 al 70%”, spiega l’amministratore delegato di Bnk4 Gionata Tedeschi, “naturalmente in periodi di saldi ovunque la nostra campagna di promozione e’ notevolmente potenziata. In piu’ le aziende piu’ famose, che normalmente hanno una certa riluttanza a partecipare alle vendite, sono in chiusura di bilancio e volendo stringere il fatturato ci offrono molti piu’ capi ampliando il nostro bacino di offerte”.

Stessa formula anche per buyvip.com, che vende prodotti griffati di abbigliamento, accessori, oggetti di design ed elettronica con uno sconto che arriva fino al 70%. Ma con qualcosa in piu’: e’ arrivata su BuyVIP anche Luna, un’assistente virtuale che accompagna gli utenti durante la navigazione e risponde a domande sulle funzionalita’ e i servizi. Se bisogna fare un regalo, e non comprare per se stessi, l’acquisto on line richiede qualche accortezza in piu’: ordinare capi non troppo difficili da indossare e prestare grande attenzione alle taglie. Altra forma di risparmio sicuro, se si ha un po’ di tempo a disposizione, e’ quella di comprare i regali negli outlet. Negli ultimi anni, oltre alle tradizionali cittadelle dell’acquisto alle porte delle grandi citta’, molti outlet sono spuntati nei centri storici di Milano e Roma.