Questo sito contribuisce all'audience di

In Mali le case di fango per permettere a tutti di avere un’abitazione e salvare gli alberi

Diversi i vantaggi delle case in fango: permettono di non tagliare gli alberi, rendono l’ambiente più fresco in estate e trattengono bene il calore in inverno e la loro realizzazione non comporta costi elevati.

Condivisioni

CASE DI FANGO IN AFRICA (MALI) –

Non è facile per tutti, in Mali, avere una propria casa in cui vivere, eppure, c’è una soluzione economica che, non solo consente a tutti di avere un’abitazione ma, allo stesso tempo, è ecosostenibile: costruire case in fango.

PROBLEMA DELLA DEFORESTAZIONE IN MALI –

Questa tecnica di costruzione consente infatti non solo di combattere il problema della massiccia deforestazione che si verifica a causa del taglio degli alberi necessari per realizzare la struttura principale delle case ma anche l’elevato costo dell’acciaio usato per i tetti, spesa che non tutti possono permettersi e tra l’altro non in grado di fornire un buon riparo dal gran caldo estivo.

LEGGI ANCHE: Case in legno, in Italia arriva Honka, la tecnologia finlandese

LO STILE NUBIANO IN MALI –

Da qui la riscoperta dello stile nubiano tipico della regione che comprende l’Egitto meridionale lungo le rive del Nilo e la parte settentrionale del Sudan, caratterizzato dall’utilizzo di mattoni in fango e un tetto a cupola.

I VANTAGGI DELLE CASE IN FANGO –

Diversi i vantaggi derivanti dalla costruzione delle case in fango: non serve ricorrere agli alberi, fondamentali per avere frescura a causa delle elevate temperature, i mattoni in fango rendono la casa più fresca in estate rispetto alle lamiere di metallo e sono in grado di trattenere meglio il calore durante l’inverno. Senza contare che la costruzione in fango rende inoltre l’ambiente di casa piacevole e confortevole.

È l’ufficio maliano dell’Associazione La Voûte Nubienne che si occupa di diffondere in Mali la conoscenza di questo stile di costruzione e organizzare corsi di formazione per costruttori specializzati in case di fango.

Il progetto ha inoltre ottenuto un riconoscimento dalla Convenzione Quadro delle Nazioni Unite sui Cambiamenti Climatici come modello di architettura in grado di ridurre le emissioni di carbonio in atmosfera.

(Le immagini della gallery sono tratte dalla pagina Facebook dell’associazione La Voûte Nubienne)

PER APPROFONDIRE: Casa passiva, un modello abitativo per tagliare i consumi energetici ed eliminare gli sprechi