Questo sito contribuisce all'audience di

Car-sharing elettrico: arriva a Roma. Ci pensano i francesi…

150 vetture, 70 stazioni e 280 terminali di ricarica: questo nel primo anno. Per poi raddoppiare entro il 2018. Car-sharing elettrico anche a Torino con 400 vetture e 200 stazioni in tutta la città. Il progetto è firmato dal finanziere francese Bolloré.

di Posted on
Condivisioni

CAR SHARING ELETTRICO ROMA –

Ci volevano i soliti francesi, per darci qualche lezione nel settore della nuova mobilità.  Il sindaco Ignazio Marino, che tanto aveva promesso in materia di piste ciclabili e di vetture elettriche, è stato mandato a casa, abbiamo un prefetto-commissario e siamo in attesa di nuove elezioni. Tutto fermo.

LEGGI ANCHE: Car sharing, Milano ormai è capitale d’Europa per questo servizio

CAR SHARING BLUEROMA –

La sveglia arriva da Parigi, dove il gruppo francese Bolloré ha annunciato il lancio di un servizio di car sharing elettrico a Roma (Blueroma) e Torino (Bluetorino) entro il prossimo anno.

Vedremo così nella capitale una vera e propria rete di auto elettriche condivise: 150 vetture, 70 stazioni e 280 terminali di ricarica. Questo all’inizio. L’obiettivo dei francesi è di sistemare nella capitale, entro i prossimi due anni, mille macchine elettriche, 500 stazioni e 2000 terminali.

CAR SHARING BLUETORINO –

A Torino, invece, ci saranno 400 veicoli, 200 stazioni e 210 terminali di ricarica entro il 2018. Numeri importanti, che però il gruppo di Bolloré è in grado di realizzare. A Parigi, infatti, il servizio di car-sharing elettrico, chiamato Autolib, è da tempo un grande successo e lanciato appena quattro anni fa, già raccoglie 260mila abbonati.

PER APPROFONDIRE: Aygo Fun Sharing, al PoliMi il car sharing è gratis