Questo sito contribuisce all'audience di

Anche in Italia un conto energia per il solare termico

di Posted on
Condivisioni

Poco tempo fa parlammo di un’interessante iniziativa messa in pratica nel Regno Unito ovvero introdurre un Conto energia per l’energia termica. In quell’occasione furono in tanti a considerare positivamente l’idea. Ebbene, secondo alcune voci, sembrerebbe che per il 2012, anche in Italia dovrebbe essere varato un sistema di incentivazione di questo tipo che andrà con tutta probabilità a sostituire il discusso sistema della detrazione Irpef del 55% per le rinnovabili termiche.

In attesa di conoscere i dettagli delle nuove tariffe incentivanti Assolterm (l’associazione italiana del solare termico) ha chiesto al governo attenzione su alcuni punti particolari che partono dall’introduzione di un diverso regime a seconda della potenza degli impianti, ad una durata dell’incentivo di almeno 10 anni, sino alla possibilità di cumulo con altre incentivazioni relative alle rinnovabili. Per il momento si è in fase di elaborazione del decreto e per saperne qualcosa in più bisognerà comunque attendere il mese di settembre.

La speranza ovviamente è che il nuovo sistema possa permettere di migliorare i risultati ottenuti con la detrazione fiscale del 55%, attraverso la quale in Italia si è riusciti a passare dai circa 350.000 mq annui installati nel 2007 ai 500.000 del 2010, per un giro d’affari di circa 500 milioni di euro. Numeri significativi sicuramente, ma ancora ben distanti da altre realtà: basti pensare infatti che mentre qui da noi si ha un installato pro capite di questi sistemi di energia di 0,06 mq/abitante, la vicina Austria può vantare per lo stesso indicatore un valore ben sette volte più alto.