Questo sito contribuisce all'audience di

Il “Campo Blu” per la riqualificazione di un’area abbandonata di Genova

Il progetto “Cerchio Blu” promosso da Angelo Di Fede per la riqualificazione di un’area abbandonata in un quartiere popolare di Genova, un luogo da valorizzare e destinare ai bambini.

di Posted on
Condivisioni

RIQUALIFICAZIONE URBANA GENOVA –

Tanti gli spazi abbandonati nelle nostre città: luoghi importanti e da recuperare non solo per combattere il degrado urbano ma anche per restituirli ai bambini in modo da permettere loro di avere nuovi spazi in cui divertirsi in piena sicurezza.

IL PROGETTO CERCHIO BLU A GENOVA –

È questo l’obiettivo del progetto A.S.D. CERCHIO BLU – O.N.P. di Promozione Sociale Riconosciuta dalla Regione Liguria di cui è promotore Angelo Di Fede, dipendente del Ministero della Difesa che dedica al volontariato il suo tempo libero.

LEGGI ANCHE: Riqualificazione ambientale, il progetto del borgo che vuole rinascere senza sprecare risorse

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE URBANA “CAMPO BLU” –

Nei pressi di un quartiere popolare collinare di Genova (CEP), c’è un’area grande come cinque campi di calcio di proprietà patrimoniale abbandonata da circa ventuno anni dal Comune di Genova. Si tratta di un impianto sportivo, denominato “Campo Blu”, e considerato dal P.U.C. di servizio pubblico, ma che al momento ha assunto l’aspetto di una foresta. L’intenzione è ora quella di riqualificarlo tramite la collaborazione del Municipio 7 Ponente, che faticosamente sta appoggiando il progetto ludico-sociale, già presentato da più di un anno.

Un progetto dedicato soprattutto ai minori che, nel coinvolgere i presidi didattici territoriali e le maestranze addette, desidera innescare un meccanismo virtuoso e sostenibile che possa generare migliorie, servizi sociali e didattici, sia verso le famiglie già svantaggiate che di supporto agli alunni con pigrizia scolastica, molto più evidente nei quartieri popolari.

PER APPROFONDIRE: Recupero del patrimonio edilizio, la torre medievale si trasforma in biblioteca

Il progetto è in concorso per l’edizione 2015 del Premio Non Sprecare. Per conoscere il bando e partecipare vai qui! 

Se il progetto ti è piaciuto condividilo su Facebook, Twitter e G+!