Questo sito contribuisce all'audience di

Low Living High Thinking, il progetto di Andrea Strozzi per uno sviluppo alternativo

Il progetto è un autorevole punto di riferimento per la formazione e la consulenza su bioeconomia, decrescita, downshifting e scelte di vita sostenibili.

Condivisioni

LOW LIVING HIGH THINKING ANDREA STROZZI –

Low Living High Thinking è un progetto di ethical-advisoring sviluppato da Andrea Strozzi dal 2012. Il proposito è di affermare il principio di responsabilità diretta quale principale orizzonte di valori, individuando nella bioeconomia i criteri-guida per la progettazione, la realizzazione e l’applicazione di soluzioni alternative.

LEGGI ANCHE: Unlearning, la storia di Lucio, Anna e Gaia, una famiglia in viaggio con il baratto

ANDREA STROZZI –

Laureato in Statistica Economica a Bologna nel 1998, Andrea Strozzi ha dedicato parte della sua vita lavorativa allo sviluppo del personale e pianificazione strategica, con oltre dieci anni di esperienza nel settore specialistico-manageriale della corporate governance di alcuni gruppi bancari italiani. Il 2014 segna una svolta decisiva, basata sulla scelta di dedicare da quel momento in avanti le proprie competenze ed energie alla promozione qualificata ed appassionata di una differente concezione del benessere, dell’economia e della vita.

IL PROGETTO –

Il centro dell’iniziativa è di divulgare una prospettiva radicalmente alternativa e orientata alla critica del concetto di utilità, sul quale si basano molte teorie economiche e filosofiche che hanno influenzato, e continuano ad influenzare, molti aspetti delle nostre relazioni sociali ed economiche. Il competitor ideale a questa visione è, secondo l’analisi di Strozzi, il concetto di benessere sviluppato dall’economista rumeno Nicholas Georgescu-Roegenche. Altri valori fondanti dell’approccio in questione sono l’emancipazione volontaria e consapevole dal dogma dell’accumulo ad ogni costo, il rifiuto dell’idolatria del denaro – ma non del denaro in sé- e il recupero di una concezione vernacolare e comunitaria dell’esperienza umana.

APPLICAZIONE –

Il progetto divulgativo Low Living High Thinking si è rapidamente affermato nel panorama editoriale italiano come un autorevole punto di riferimento per la formazione e la consulenza su bioeconomia, decrescita, downshifting e scelte di vita sostenibili. Nel 2015 esce per Terra Nuova Edizioni il libro “Vivere Basso, Pensare Alto” e nel 2016 Solo la Crisi ci può salvare, scritto insieme a P. Ermani per Edizioni Il Punto d’Incontro. Nell’arco di un anno sono stati realizzati 71 incontri fra presentazioni, conferenze e workshop su tutto il territorio nazionale rivolti principalmente ad associazioni culturali, organizzazioni no-profit, scuole e pmi animate da un’autentica sensibilità sociale ed ambientale.

Il progetto è in concorso per l’edizione 2016 del Premio Non Sprecare. Per conoscere il bando e partecipare vai qui!

Se il progetto ti è piaciuto condividilo su Facebook, Twitter e G+!

PER APPROFONDIRE: La storia di Lauren Singer e della sua vita a rifiuti zero. Un simbolo per l’America