Questo sito contribuisce all'audience di

Premio Non sprecare: c’è tempo fino al 31 ottobre per candidarsi

In funzione delle tante richieste pervenute si è deciso di prorogare il termine ultimo per la consegna dei progetti al 31 ottobre 2016. Le candidature possono essere inviate all’indirizzo di posta elettronica nonsprecarepremio@gmail.com

di Posted on
Condivisioni

COME PARTECIPARE AL PREMIO NON SPRECARE –

Sono tantissime le candidature arrivate per la settima edizione del Premio Non sprecare (www.nonsprecare.it/premio), ideato dal giornalista e scrittore Antonio Galdo, autore dei libri Non sprecare, Basta Poco e L’egoismo è finito (edizioni Einaudi) e direttore del sito www.nonsprecare.it, in collaborazione con l’università LUISS Guido Carli.

LEGGI ANCHE: Premio Non sprecare 2016, i progetti in concorso

I PROGETTI IN CONCORSO –

Tante le candidature riguardanti progetti contro lo spreco di cibo e le iniziative per proteggere l’ambiente e combattere l’inquinamento, anche attraverso il riciclo creativo. Ci sono le start up che promuovono prodotti ecosostenibili, l’associazione che aiuta gli animali abbandonati e li cura gratuitamente, e le scuole sostenibili in cui si insegna ai bambini a diventare degli adulti consapevoli e responsabili. Sono sempre di più. «E’ il segnale di quella che noi chiamiamo la “rivoluzione Non sprecare” in atto in Italia» commenta Galdo «Una spinta dal basso verso il cambiamento, indirizzata a nuovi e più responsabili consumi e anche a diversi stili di vita. L’Italia guarda avanti, molto più avanti del suo ceto politico, e cerca una sua strada originale verso un nuovo modello di sviluppo».

LE SEZIONI DEL PREMIO NON SPRECARE –

Anche quest’anno il Premio Non sprecare si articola in cinque sezioni (Personaggio, Aziende, Istituzioni e Associazioni, Scuole, Giovani) e si rivolge a persone fisiche e\o giuridiche che abbiano realizzato nell’ultimo anno progetti anti spreco utili e originali.

Il Premio si avvale di partnership che rappresentano rilevanti e sensibili realtà del Paese: il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, il WWF, il Consiglio nazionale delle Ricerche, il Gruppo editoriale Banzai, la Rai-Radio1, l’Università La Sapienza di Roma e la Fondazione Catalano.

LA CERIMONIA DI PREMIAZIONE DEL PREMIO NON SPRECARE –

La cerimonia di premiazione si terrà giovedì 24 novembre alle ore 9,00 presso la sede dell’Università  LUISS Guido Carli di Viale Romania 32, Roma. In linea con lo spirito della manifestazione, i vincitori saranno premiati con un quantitativo di prodotti biologici, offerti dal gruppo Alce Nero, pari al loro peso corporeo.

In funzione delle tante richieste pervenute si è deciso di prorogare il termine ultimo per la consegna dei progetti al 31 ottobre 2016. Le candidature possono essere inviate all’indirizzo di posta elettronica nonsprecarepremio@gmail.com allegando il modulo qui riportato. Per tutte le altre informazioni, cliccate qui.

PER APPROFONDIRE: Premio Non sprecare 2015, ecco i progetti vincitori