Questo sito contribuisce all'audience di

Nonostante la crisi cresce l’occupazione green

di Posted on
Condivisioni

Il sommario, volutamente provocatorio,  potrebbe farvi pensare ai tanti operai che in questi giorni, causa la crisi, lavorano senza percepire stipendio. Ecoseven.net, invece, vuole parlare, di chi, anche nel lavoro, ha fatto una scelta ecosostenibile.

Sì perché i lavori green attirano. Sarà che è un settore in via di sviluppo, sarà che il verde in questo caso è molto più di un colore, ma i Green Job catturano nella loro rete economica tanti giovani alleati.

 

Nel 2011 il 38% delle assunzioni riguardano le nuove professioni green, lo testimonia il rapporto Green Italy 2011, realizzato da Symbola e Unioncamere.

I cambiamenti climatici e lo sviluppo di nuove tecnologie per sfruttare fonti di energia alternative, infatti, sono la base su cui si svilupperà il mercato del lavoro anche nei prossimi anni. A confermarlo sono le tante teorie di economisti e ricercatori che studiano il settore non solo dal punto di vista dell’impatto ambientale.

 

Le figure richieste? Non solo ingegneri e tecnici specializzati. Il lavoro verde ha bisogno di tante professionalità.  Dagli operatori ecologici agli architetti specializzati in architettura sostenibile, dalle imprese di riciclo ai manutentori del verde.

Come cercare, trovare e candidarsi ad un green job? Semplice. Basta visitare alcuni siti dedicati.  In Italia potete fare riferimento a Green Job, su infojob.it, il primo canale interamente dedicato alle offerte verdi, oppure a Ecolavoro, pioniere allegato a Modus Vivendi.

 

Efficiente è il sito inglese Environmentjobs, dove potete trovare tutti i lavori verdi, suddivisi per categorie e profili; gli annunci sono dettagliati e le scadenze visibili. C’è anche una vastissima sezione dedicata ai corsi, agli stages, al volontariato.

E anche se in piena crisi, per i prossimi due anni chi è in cerca di lavoro può ben sperare.

Ecoseven