Questo sito contribuisce all'audience di

Se una foto può cambiare la vita: la storia di Alex Masi e della piccola Poonam

L'immagine della la ragazzina indiana che si rinfresca sotto la pioggia improvvisa ha vinto un premio da 5000 dollari. Oggi Poonam va a scuola e ha una casa. E ora si raccolgono fondi per aiutare i bambini come lei

di Posted on
Condivisioni

Alex Masi, 34 anni, è un fotografo nato in Italia ma che attualmente vive a Londra. Vi parliamo di lui perché è una persona che con un gesto semplice, e con la passione per la propria professione, è riuscito – grazie a uno scatto – a cambiare la vita di una ragazzina indiana. Inconsapevole soggetto di una foto pluripremiata di Masi.

Bhopal, 24 agosto 2009: ecco luogo e momento nel quale l’immagine della ragazza è stata catturata dall’obiettivo del fotografo. Che ha raccontato all’Indipendent: “Cominciò a piovere molto forte. Era da un po’ che non pioveva, quindi le reazioni dei bambini furono un po’ pazze. In quel momento ho immortalato Poonam mentre si rinfrescava sotto la pioggia. Avevo trovato riparo sotto delle lamiere di plastica e mi trovavo proprio di fronte a lei. Appena si accorse che la stavo fotografando, fuggì”.

La foto vinse il Photographers Giving Back Photo, un premio creato con lo scopo di aiutare i soggetti delle migliori fotografie presentate costretti a vivere in condizioni difficili. Il premio consisteva in una somma di 5000 dollari, che Masi ha utilizzato per cambiare la vita di Poonam e della sua famiglia, oltre che la sua. Con quei soldi è stata costruita una casa di mattoni che ha sostituito la baracca di terra e fango in cui vivevano Poonam e i suoi cari; inoltre con la somma è stato possibile acquistare un carro grazie al quale il padre della bambina ha potuto iniziare a vendere gli ortaggi da lui prodotti anziché lavorare come bracciante: si è trattato di una mossa grazie alla quale il guadagno dell’uomo è raddoppiato.

Uno dei figli ha deciso di lavorare con la famiglia, mentre le altre due sorelline grazie ai soldi del premio hanno potuto proseguire la propria educazione a scuola.

Oggi stiamo raccogliendo fondi per cercare di avviare una ONG che permetta agli altri bambini sfortunati del villaggio di frequentare una scuola“, ha raccontato Alex.

PER SAPERNE DI PIU’: Informazioni sulla raccolta fondi per aiutare Poonam