Questo sito contribuisce all'audience di

A Gardaland si impara la raccolta differenziata

di Posted on
Condivisioni

A Gardaland si impara la raccolta differenziata. Attraverso la partnership avviata nel 2011, Coca-Cola Hbc Italia e Gardaland Park hanno invitato i consumatori che si recavano al Parco a gettare le loro lattine vuote in una stazione di riciclaggio a forma di lattina gigante.

Il riciclo delle prime 10.000 lattine raccolte ha consentito un risparmio di 1 tonnellata di Co2 non immessa in atmosfera. La collaborazione proseguirà anche nel 2012 con l’obiettivo di sensibilizzare e stimolare ulteriormente tutti i visitatori del Parco ad un comportamento più corretto e responsabile in tema di rifiuti, al loro recupero e riutilizzo.

L’azienda e il parco giochi festeggeranno insieme, inoltre, la “Giornata della Terra”, il più importante appuntamento a livello mondiale sui temi della sostenibilità, regalando, nel week end del 21 e 22 aprile 2012, a tutti i visitatori di Gardaland Park il libro per bambini “L’Ispettore Closet e la Tribù del riciclo”. Patrocinato dal ministero dell’Ambiente, dal Conai e da Cittadinanzattiva Onlus, il racconto suggerisce, attraverso le avventure dei protagonisti, semplici regole perchè nessuna risorsa riciclabile venga sprecata.

«Del resto, sono proprio i più giovani i veri protagonisti di Gardaland, che, in questo ambito di divertimento, possono educarci a gesti semplici, apparentemente banali, ma che davvero “fanno la differenza”: con 10.000 lattine, ad esempio, abbiamo contributo a risparmiare la quantità di energia necessaria al funzionamento di un televisore per 30.000 ore ». ha dichiarato Alessandro Magnoni, direttore Comunicazione e Relazioni Esterne di Coca-Cola Hbc Italia.”

«Il riciclo dell’alluminio si aggiunge, a quello della plastica e alla raccolta differenziata di altri materiali come carta e cartone, rifiuto umido, legno ed altro ancora. Ciò ci consente di evitare di inviare alle discariche prezioso materiale che, in questo modo, viene introdotto nuovamente nel ciclo produttivo e distributivo per un nuovo utilizzo da parte di tutta la comunità» ha dichiarato Alberto Giacomello, landscape & environment manager di Gardaland Resort.