Questo sito contribuisce all'audience di

Oltre 64mila pasti per il primo anno di Ruben, il ristorante dove si paga con 1 euro

Sono 150 ad oggi gli enti convenzionati che segnalano a Ruben le famiglie da cui provengono gli avventori: ci sono i centri di ascolto della Caritas e i servizi sociali del Comune. Finora 2400 persone sono passate dal ristorante

di Posted on
Condivisioni

RUBEN RISTORANTE MILANO –

Vi ricordate di Ruben, il ristorante aperto nell’ottobre 2014 dall’ex presidente dell’Inter Ernesto Pellegrini, fondatore del Gruppo Pellegrini, leader della ristorazione aziendale, per aiutare le famiglie in difficoltà? A oltre un anno dalla sua inaugurazione, il bilancio è più che positivo: sono stati sfornati 64mila pasti, per le 2400 persone passate dal ristorante ormai noto come quello “dove si mangia con 1 euro“.

LEGGI ANCHE: Ruben, il ristorante a Milano dove si mangia con 1 euro

I destinatari del ristorante Ruben sono soprattutto i cosiddetti nuovi poveri. Qui si può scegliere tra diverse pietanze – c’è anche un menu dedicato ai vegetariani e nel menu sono segnalati i piatti halal, ovvero “leciti” secondo la legge islamica – Sono sempre tre o quattro le proposte dei primi e altrettante quelle dei secondi e dei dolci. Il tutto in un ambiente accogliente, caldo, rispettoso della dignità di tutti.

RUBEN RISTORANTE A 1 EURO –

Chi ha meno di 16 anni da Ruben mangia gratis mentre gli adulti pagano 1 euro. Il ristorante “è nato per intercettare quella fascia di popolazione in difficoltà che però non andava alle classiche mense per i poveri – ha racconta Christian Uccellatore, responsabile del progetto, a Redattore Sociale – In particolare sono famiglie che magari fino a pochi anni fa conducevano una vita normale“.

Sono 150 ad oggi gli enti convenzionati che segnalano al ristorante Ruben le famiglie da cui provengono gli avventori: ci sono i centri di ascolto della Caritas, i servizi sociali del Comune nelle zone 6, 7 e 8. L’ente fornisce a ogni persona una tessera bimestrale che può essere rinnovata. “Finora circa il 70% è venuto in media per quattro mesi, poi l’ente ha deciso di non rinnovarlo perché magari la situazione della famiglia è migliorata – ha aggiunto Uccellatore – C’è un 30% che ha avuto bisogno di continui rinnovi e viene qui a cenare da più di un anno”.

Aperto da lunedì a venerdì, da Ruben si cena dalle 18.45 alle 21, sono rispettate le esigenze alimentari legate alle diverse religioni. In un anno si sono creati anche rapporti di amicizia tra le famiglie che siedono la sera ai tavoli del ristorante. La cena è preparata dai cuochi della Pellegrini e servita da circa novanta volontari che contribuiscono a portare avanti questo progetto il cui obiettivo primario è sempre stato il rispetto della dignità di ognuno.

PER APPROFONDIRE: Portobello, nell’emporio sociale di Modena è possibile donare tempo e denaro