Premio Non sprecare 2019 | Non sprecare
Questo sito contribuisce all'audience di

Premio Non sprecare, al via la X edizione. Dedicata agli alberi. Con un appello: “Crowdfunding per sostenere le associazioni”

Candidature aperte per presentare i progetti e vincere una pioggia di prodotti biologici. Partnership con l'università Luiss Guido Carli. Come si partecipa e dove saranno premiati i vincitori

Condivisioni

Al via la decima edizione del Premio Non sprecare, iniziativa che nasce da Antonio Galdo, direttore del sito Non sprecare.it e autore dei libri Non Sprecare, Basta Poco, L’Egoismo è finito (tutti edizioni Einaudi), con il supporto scientifico e organizzativo della Luiss Guido Carli, che ospiterà la cerimonia finale a novembre 2019.

PREMIO NON SPRECARE 2019

Tema al centro del Premio di quest’anno gli alberi, come salvarli e come prendersene cura. Come rivela il rapporto sulla deforestazione del Global Forest Watch, think tank dell’Università del Maryland, nel 2018 sono andati persi 12 milioni di ettari di foreste tropicali, un’area pari a quella della Gran Bretagna. Di questo passo, secondo il WWF, richiamo di perdere, entro il 2050, 230 milioni di ettari di foresta.

Secondo Antonio Galdo, ideatore del Premio Non Sprecare, è venuto il momento di una svolta nel modo con il quale il volontariato affronta il tema del verde urbano: “Serve un salto di qualità, partendo da un dato molto positivo. In Italia ormai sono in campo migliaia di associazioni, in tutte le regioni, che si impegnano a salvare, piantare e curare gli alberi. Per crescere, e in sinergia con la pubblica amministrazione e non in supplenza, devono riuscire a formare reti, con una loro forza finanziaria e di mobilitazione grazie anche alla leva della raccolta fondi di piccoli contributi. Il crowdfunding può salvare gli alberi e ricostruire le nostre comunità civiche con un doppio risultato; da un lato raccoglie risorse preziose, dall’altro, aggrega, mobilita le persone e rafforza le relazioni umane. Il passo per arrivare a una rete del crowdfunding per gli alberi è breve, e questo Premio, in tutto il suo corso, cercherà di dare il suo piccolo contributo per centrare l’obiettivo”.

LEGGI ANCHE: Piantare e adottare gli alberi, l’ultima moda di cittadini che amano il verde. E fanno i giardinieri urbani (foto)

L’Università Luiss Guido Carli sposa anche quest’anno l’iniziativa come parte integrante di un percorso di sensibilizzazione, attenzione e cura verso i temi della sostenibilità che prevede già l’attuazione di buone pratiche per la tutela ambientale. Dal Luiss Green mobility, il parco macchine elettriche a disposizione della comunità studentesca e accademica, ad attività di volontariato e percorsi seminariali ed esperienziali che inducano i ragazzi ad una riflessione allargata del mondo che li circonda. Tra queste, da ultimo, l’Ateneo ha lanciato una campagna per ridurre l’utilizzo della plastica monouso all’interno dell’università, distribuendo oltre 10.000 borracce e installando erogatori di acqua in tutte le sedi.

COME PARTECIPARE AL PREMIO NON SPRECARE

Un premio per chi non spreca e che insegna a non sprecare. Un premio molto consistente, visto che si tratta di prodotti biologici di prima qualità. 

Fino al 15 ottobre, chi ha a cuore questo tema e ha un’idea originale sulle tematiche della sostenibilità e dell’anti-spreco nella dimensione sociale, economica e ambientale, può candidarsi per partecipare al bando, scegliendo una delle cinque categorie: aziende, associazioni, giovani (under 35) e start up, istituzioni, scuole e università. I vincitori verranno poi selezionati dai lettori del web e, in un secondo momento, una giuria decreterà i vincitori della categoria “Personaggio”, uno italiano e uno straniero.

Le proposte dovranno pervenire, entro la data ultima del 15 ottobre 2019, alla redazione di Nonsprecare.it

Le più originali e interessanti saranno poi pubblicate sul sito Nonsprecare.it nella sezione dedicata ai progetti in concorso per il Premio Non sprecare. Il premio sarà consegnato in occasione della cerimonia finale che sarà ospitata a Roma dall’Università Luiss Guido Carli, alla fine di novembre 2019.

Per candidare i vostri progetti, seguite le istruzioni fornite qui: www.nonsprecare.it/premio

I VINCITORI DELL’EDIZIONE 2018 DEL PREMIO NON SPRECARE: