Questo sito contribuisce all'audience di

Biocarburante: sulla tratta New York-Amsterdam vola un aereo alimentato con olio di cucina riciclato

Condivisioni

Vi abbiamo parlato delle nuove sperimentazioni portate avanti per cercare di ridurre l’inquinamento da traffico aereo come lo sviluppo di motori più efficienti e combustibili alternativi.

Soprattutto in quest’ultimo settore la ricerca non si è mai fermata: ecco allora l’aereo alimentato per il 75 per cento da combustibile per aviazione e per il restante 25 per cento con olio di cucina riciclato.

Si tratta di un Boeing 777-200, è di proprietà dell’olandese KLM e dall’8 marzo scorso collega New York con Amsterdam, andata e ritorno.

LEGGI ANCHE: Guardate il jet che va a senape

La novità è che si tratta del primo volo intercontinentale regolare effettuato con un aereo alimentato con biocarburante, il cui utilizzo dovrebbe portare a una riduzione delle emissioni di CO2 pari al 20 per cento. Qualora i risultati dovessero essere particolarmente soddisfacenti la società estenderà il progetto a tutta la sua flotta in modo da ridurre le emissioni dell’80 per cento.

Particolarmente soddisfatto l’amministratore delegato di Klm che spiega: “Questo traguardo dimostra ancora una volta il nostro ruolo di primo piano nello sviluppo di biocarburanti sostenibili. Dopo essere stati leader per otto anni in questo settore, Klm e Air France stanno ora studiando per individuare ulteriori modalità di riduzione di emissioni di anidride carbonica. Vorremmo ottenere il ‘volo ideale’ e per farlo stiamo unendo tecnologie nuove ad alcune già esistenti”.

LEGGI ANCHE: