Questo sito contribuisce all'audience di

Biocarburante, il prezzo della benzina sale? Negli Usa si ricorre all’olio da cucina

di Posted on
Condivisioni

Le strade dell’ecologia portano in diverse direzioni e di questi tempi se ecologia fa rima con economia, tanto di guadagnato. Il prezzo dei carburanti in Italia ha registrato, stando alle stime dell’Istat, un + 15% e allora c’è chi, Oltreoceano, già sta correndo ai ripari. Come?

Recuperare la parte buona dell’olio di cottura o di frittura è possibile già da qualche anno grazie a speciali filtraggi ed aggiunte di additivi come i famosi alcol etanolo e metanolo. Questo contribuisce ad abbassare l’uso di oli vegetali come colza e girasole che inizialmente sono destinati ad uso alimentare.

 

Già noto il problema dell’uso intensivo di vaste aree coltivate a scapito del consumo umano, oggi con il recupero degli oli esausti alimentari il problema perlomeno in America sembra essere un altro: aumentano i furti da parte di singoli e di organizzazioni che “si riducono”, si fa per dire, a dare la caccia agli oli fritti e rifritti conservati nei retrobottega dei ristoranti e dei pub.

 

Sembra infatti che al crescere della domanda di biocarburanti corrisponda in America il quadruplicarsi del prezzo per l’olio esausto. Non più buono per l’alimentazione, l’olio diventa invece molto ghiotto per chi in tempi di crisi deve sbarcare il lunario. In fondo dietro questi furti c’è sì un fine criminale, ma anche, possiamo dire, ecologico.

Ecoseven