Bibliomotocarro di Antonio La Cava | Non sprecare
Questo sito contribuisce all'audience di

Libri per bambini e per ragazzi, così un insegnante in pensione fa scoprire il piacere di leggere. Girando con un’Ape-biblioteca…. (foto e video)

Antonio La Cava ha percorso oltre 100mila chilometri con il suo Bibliomotocarro. Ha attraversato tutti i paesi e tutte le frazioni della Basilicata. Fermandosi nelle piazze per dire soltanto: «Leggete, leggete. E’ un piacere che non dimenticherete….»

di Posted on
Condivisioni

BIBLIOMOTOCARRO DI ANTONIO LA CAVA

Oltre centomila chilometri percorsi metro dopo metro, strada dopo strada, comune dopo comune. Attraversando tutti i paesi e le frazioni della Basilicata, con in testa un solo obiettivo, un chiodo fisso, qualcosa che a noi di Non sprecare piace molto, tanto che la sosteniamo in ogni modo: avvicinare il pubblico, il grande pubblico, a partire dai bambini e dai ragazzi, alla lettura. Dei libri, e non di una pagina sul web.

Sembra una favola, un fotogramma di un film felliniano, e invece è una storia vera. Antonio La Cava è un maestro di scuola media, andato in pensione, che ha scoperto il piacere di iniziare una seconda vita professionale con l’obiettivo di sconfiggere la distanza che separa gli italiani, e in questo i lucani, dai libri. Da Ferrandina, in provincia di Matera, dove la Cava ha insegnato per 42 anni, il maestro parte la mattina e gira per i piccoli centri della regione a catturare nuovi lettori.

LEGGI ANCHE: Lata 65, l’associazione portoghese che insegna alle nonne a diventare writers

BIBLIOMOTOCARRO

Si muove con un’Ape di colore azzurro, il Bibliomotocarro appunto, attrezzata con scaffali, libri e materiale per scrivere. Appena arriva nella piazza di un paese, La Cava chiama a raccolta i suoi ragazzi e offre, gratuitamente, i testi per la lettura. I più interessati possono anche lasciare un commento o un riassunto scritto, che il maestro raccoglie, accumulando così le varie testimonianze.

UNA STORIA ANALOGA: Pianissimo – Libri sulla strada, il furgoncino itinerante

L’Ape di La Cava è stata battezzata “bibliomotocarro” e guardandola con attenzione ha proprio le sembianze di una bibloteca mobile, una sorta di bibloteca da strada. Il successo dell’esperimento è enorme, tanto che molte scuole della regione hanno chiesto al maestro di collaborare per introdurre la biblioteca mobile tra le attività extrascolastiche.

PER APPROFONDIRE: Book therapy come rimedio antistress

L’INTERVISTA: IL BIBLIOMOTOCARRO A BORGOFUTURO

Racconta La Cava: «Il mio principale obiettivo è quello di aiutare, accompagnare, i giovani e i giovanissimi alla scoperta dei piacere puro della lettura. Loro sono abituati alla lettura come dovere, ed è comprensibile trattandosi di studenti, ma lettura è anche un enorme piacere. E se lo scopri poi non l’abbandoni più, mai più….».

Che dire? Auguri, maestro La Cava. Auguri e complimenti. Con la speranza che la sua avventura duri il più a lungo possibile, e grazie a lei diventi contagiosa. Sarebbe veramente la realizzazione di un sogno magico, di un libro di favole che diventa realtà: vedere in Italia tanti Biblomotocarri che prendono per mano le persone e le portano nel meraviglioso mondo della lettura. Piacere autentico, genuino e assoluto. Proprio come dice il professore La Cava.

(Credits immagine di copertina e video: www.bari.repubblica.it e Youtube)

TUTTI I SEGRETI DEL PIACERE DI LEGGERE: