Questo sito contribuisce all'audience di

Benedetto XVI: «La sfida è un’economia sostenibile»

di Posted on
Condivisioni

CITT DEL VATICANO – Papa Benedetto XVI ha incoraggiato i potenti del mondo e le grandi aziende internazionali ad affrontare la sfida di un’economia sostenibile ed etica. Oggi al termine della preghiera dell’Angelus, davanti a migliaia di fedeli riuniti in piazza San Pietro, il Pontefice e’ tornato a parlare della situazione di crisi economica e finanziaria nel mondo. E ha chiesto di procedere sulla via della solidarieta’ e di un’economia etica. Saluto i presidenti e gli alti dirigenti di alcune grandi aziende internazionali – ha detto il Papa nei saluti in lingua italiana – che incoraggio ad affrontare la sfida di un’economia sostenibile ed etica.

Anche ieri Ratzinger aveva parlato di crisi economica, annunciando i temi della prossima Enciclica che dovrebbe portare la firma del 29 giugno. La crisi finanziaria ed economica che ha colpito i Paesi industrializzati, quelli emergenti e quelli in via di sviluppo ? ha detto ieri il Pontefice ? mostra in modo evidente come siano da ripensare certi paradigmi economico-finanziari che sono stati dominanti negli ultimi anni.

Una crisi ? ha proseguito il Santo Padre ? che deve trasformarsi in un’opportunita’, capace di favorire una maggiore attenzione alla dignita’ di ogni persona umana e promuovere un’equa distribuzione del potere decisionale e delle risorse, con particolare attenzione al numero, purtroppo sempre crescente, dei poveri. Il Papa ha ricordato che dal 24 al 26 giugno si terra’ a New York la Conferenza delle Nazioni Unite sulla crisi economica e finanziaria e il suo impatto sullo sviluppo. Invoco sui partecipanti alla Conferenza, come pure sui responsabili della cosa pubblica e delle sorti del pianeta ? ha aggiunto Ratzinger ? lo spirito di sapienza e di umana solidarieta’. Il Papa ricorda con speciale attenzione le centinaia di milioni di persone che soffrono la fame. una realta’ assolutamente inaccettabile – ha detto Joseph Ratzinger ? che stenta a ridimensionarsi malgrado gli sforzi degli ultimi decenni.
Benedetto XVI ha auspicato dunque che in occasione della prossima Conferenza Onu e in sede delle istituzioni internazionali siano assunti provvedimenti condivisi dall’intera comunita’ internazionale e vengano compiute quelle scelte strategiche, talvolta non facili da accettare, che sono necessarie per assicurare a tutti, nel presente e nel futuro, gli alimenti fondamentali e una vita dignitosa.