Arabia saudita, donne in bicicletta? Una vittoria a metà | Non Sprecare
Questo sito contribuisce all'audience di

Arabia saudita, donne in bicicletta? Una vittoria a metà

di Posted on
Condivisioni

Le donne saudite hanno segnato un punto verso la conquista delle loro libertà di base, con il permesso di andare in bicicletta. Ve lo abbiamo segnalato nell’articolo Arabia Saudita: anche le donne possono andare in bicicletta.

LEGGI ANCHE: Donne, eliminate dal lavoro con uno spreco che vale il 7% del PIL

Ci sono dei però. Il primo è che, una volta in sella alla sua bici, la donna dovrà essere sempre scortata da un guardiano di sesso maschile, incaricato di ‘monitorare la situazione’. L’altra condizione è che indossino abiti assolutamente modesti.

La nostra lettrice Cinzia Pedicone, che vive in Medioriente, ci fa anche notare un altro limite di questa conquista, che di fatto risulta sempre più una vittoria a metà: «Immaginate che divertimento a 50 gradi all’ombra da febbraio a novembre! Nei restanti mesi ci sono le tempeste di sabbia…. che conquista è? Devono costruire velodromi al chiuso e con l’aria condizionata, allora sì… altrimenti è una conquista inutile».