L'allattamento previene il tumore al seno - Non sprecare
Questo sito contribuisce all'audience di

Mamme, allattate i vostri bambini: così potrete prevenire il tumore al seno

Secondo l’oncologo Umberto Veronesi è fondamentale trovare il modo di favorire la maternità in un Paese, il nostro, in cui le diagnosi di tumore al seno sono in aumento con circa 47mila casi ogni anno.

Condivisioni

L’ALLATTAMENTO PREVIENE IL TUMORE AL SENO – L’appello arriva direttamente dal prof. Umberto Veronesi che, in occasione di un convegno nel mese dedicato alla prevenzione e alla cura del tumore al seno, si è rivolto alle donne affinché riscoprano la “missione maternità” e tutti i suoi benefici.

I tumori al seno, nel nostro Paese, purtroppo crescono a un ritmo dell’1,3 per cento ogni anno con circa 47mila casi ogni anno.

LEGGI ANCHE: La prevenzione del tumore al seno comincia a tavola con le verdure a foglie

CANCRO AL SENO – Alla base di questo incremento vi è anche la diminuzione del numero di gravidanze: mentre, prima le donne avevano tanti figli, anche 10-15, e li allattavano tutti, oggi il numero si è fortemente ridotto e non sempre avviene l’allattamento. Succede così che, mentre prima il seno non si ammalava perché rimaneva sempre in attività, oggi invece sta diventando un organo più fragile.

È anche per questo che, come sostiene l’oncologo: “è necessario trovare il più possibile il modo di favorire la maternità”, a partire dalla rimozione di tutte quelle difficoltà che le donne si ritrovano a dover affrontare nel momento in cui decidono di avere un figlio. Un messaggio rivolto alle istituzioni, alla politica e al “sistema Italia” in generale.

PREVENZIONE CANCRO AL SENO – Durante il convegno, il prof. Veronesi ha inoltre ribadito l’importanza della prevenzione e della necessità di evitare stili di vita sbagliati. Per tenere lontano il rischio di tumore al seno, è necessario avere un’alimentazione corretta ricca di alimenti sani come frutta e verdura, limitare fortemente il consumo di alcol, non fumare e non avere una vita sedentaria: praticare sport in maniera regolare riduce del 12 per cento il rischio di ammalarsi di tumore al seno.

Fondamentale inoltre sottoporsi a controlli regolari già a partire dai 30-35 anni con un’ecografia mammaria annuale e dopo i 40 anche con una mammografia annuale.

PER APPROFONDIRE: Codice europeo contro il cancro, le 12 regole per la prevenzione