Questo sito contribuisce all'audience di

Piante coltivate in adozione: il metodo di Antonino Scaturro

Obiettivo dell’iniziativa: far rinascere terreni e permettere ai diversi “clienti-partner” di entrare in contatto con le migliori eccellenze del mercato agrumicolo e olivicolo.

di Posted on
Condivisioni

ADOZIONE PIANTE: IL PROGETTO DI ANTONINO SCATURRO – Rivitalizzare alcuni appezzamenti di aranceti ed uliveti presenti sul canale di Sicilia e permettere a chiunque lo desideri di adottare le piante coltivate: questo il progetto portato avanti da Antonino Scaturro, commercialista e docente di economia aziendale da poco in pensione.

Obiettivo: far rinascere i terreni e permettere ai diversi “clienti-partner” di entrare in contatto con le migliori eccellenze del mercato agrumicolo e olivicolo, ad un prezzo non superiore rispetto ai prodotti di ordinaria qualità che quotidianamente mettiamo sulle nostre tavole.

LEGGI ANCHE: Ron Finley, il giardiniere che trasforma i terreni incolti di Los Angeles in orti urbani

PIANTE COLTIVATE IN ADOZIONE – Dopo aver riassettato i terreni, con lavori ed investimenti per più di due anni, Antonino ha deciso di allontanarsi dai classici canali di vendita e mettere in adozione, quasi esclusivamente ai propri conoscenti sparsi per l’Italia, parte delle piante coltivate. Il metodo pubblicitario è esclusivamente quello del passaparola allo scopo di riunire attorno alla propria piccola azienda agricola un ristretto network di fedeli appassionati del buon cibo e destinare il 100 per cento delle proprie coltivazioni in adozione, nel corso dei prossimi tre-cinque anni.

I VANTAGGI DEL PROGETTO – Chi aderisce all’adozione potrà ricevere a casa le eccellenze ottenute dalla lavorazione delle piante partecipando virtualmente al processo di coltivazione e, allo stesso tempo, sostenere l’azienda agricola di Antonino e permetterle di continuare a vivere nel miglior modo possibile, in armonia con l’ambiente circostante ed abolendo l’uso di qualsiasi tipo di fitofarmaco.

L’iniziativa, avviata a settembre 2014, in pochissimo tempo ha già visto l’adozione di tutte le piante di ulivo destinate al progetto, circa 100 per il 2014. È invece ancora in corso la campagna di adozione delle iniziali 250 piante di arancio DOP di Ribera.

COME PARTECIPARE ALL’INIZIATIVA – Per maggiori informazioni e per aderire all’iniziativa potete contattare Antonino a questo numero 3346900912 o a questo indirizzo mail antonino.scaturro@gmail.com

PER APPROFONDIRE: Terre ai giovani, niente bluff. Molti terreni sono inutilizzabili

LEGGI ANCHE: