Sign up with your email address to be the first to know about new products, VIP offers, blog features & more.
[mc4wp_form id="5505"]
Questo sito contribuisce all'audience di

zHome, a Issaquah il quartiere più sostenibile degli Stati Uniti

Costruito esclusivamente mediante l’utilizzo di materiali naturali, riciclabili e non tossici, zHome è del tutto autosufficiente dal punto di vista energetico, fa ricorso ai pannelli solari e all’illuminazione a Led e recupera e riutilizza l’acqua piovana.

da Posted on
Condivisioni

ZHOME ISSAQUAH –

Negli Stati Uniti, precisamente a Issaquah (Seattle) c’è un quartiere 100 per cento ecologico, pensato e costruito per ridurre drasticamente il so impatto ambientale. Si chiama zHome ed è composto esclusivamente da dieci edifici a energia zero.

LEGGI ANCHE: Ecocittà, il quartiere marchigiano amico dell’ambiente

A ISSAQUAH LA COMUNITA’ PIU’ SOSTENIBILE DEGLI STATI UNITI –

Costruito esclusivamente mediante l’utilizzo di materiali naturali, riciclabili e non tossici, zHome è del tutto autosufficiente dal punto di vista energetico e permette di non sprecare acqua mediante l’utilizzo di sistemi che consentono di ridurne il consumo fino al 60 per cento.

ZERO SPRECHI DI ENERGIA A ZHOME –

Ma non solo: le abitazioni del quartiere zHome sono caratterizzate dalla presenza di doppi vetri alle finestre, soluzione che consente di evitare dispersioni energetiche e sono dotate di pompa di calore geotermica per la produzione di acqua calda e per il riscaldamento, un sistema a cui si affiancano un impianto di raffrescamento e un impianto di recupero di calore per la ventilazione. A questo si aggiunge l’installazione dei pannelli fotovoltaici e l’illuminazione a Led che consente di contenere i consumi, non sprecare energia e risparmiare notevolmente sui costi.

RECUPERO ACQUA PIOVANA A ZHOME –

E non è ancora tutto: grazie ad uno speciale sistema di recupero, l’acqua piovana viene raccolta e convogliata in dieci diversi serbatoi, filtrata e poi riutilizzata per il sistema di scarico dei bagni e il sistema idrico collegato alla lavatrice.

PER APPROFONDIRE: In Germania il comune alimentato solo con eolico, solare e biogas

RISPARMIO EMISSIONI CO2 A ZHOME –

E siccome anche il trasporto dei materiali risulta essere un processo abbastanza inquinante, i progettisti delle unità abitative, per abbattere la produzione di CO2, hanno pensato bene di produrre i materiali necessari a una distanza non superiore a 500 miglia dal quartiere zHome.

(Le immagini della gallery sono tratte dalla pagina web dedicata al progetto zHome)

MOBILITA’ SOSTENIBILE A ZHOME –

E siccome nessun quartiere può considerarsi totalmente ecosostenibile se non investe anche sul piano della mobilità, zHome risulta ben servito dal trasporto pubblico locale ed è dotato di un punto di ricarica per le auto elettriche.

SOSTENIBILITA’ A ZHOME –

Un quartiere modello che si è aggiudicato il primo posto tra le comunità più sostenibili degli Stati Uniti e che ci auguriamo possa ispirare presto costruttori edili ed architetti anche nel nostro Paese.

PER SAPERNE DI PIU’: Bornholm, nel mar Baltico l’isola che non spreca energia