Sign up with your email address to be the first to know about new products, VIP offers, blog features & more.
[mc4wp_form id="5505"]
Questo sito contribuisce all'audience di

Zero cani in canile, a Foggia ci sono riusciti. E se provassimo in tutta Italia?

Una bella sfida alla violenza del randagismo. I cani abbandonati vengono curati e poi adottati. In questo modo le amministrazioni pubbliche evitano sprechi. Solo la regione Puglia ha risparmiato 27 milioni di euro.

da Posted on
Condivisioni

ZERO CANI IN CANILE

Zero cani in canile. Finalmente non è più solo il titolo di una campagna per evitare questa quotidiana e inutile violenza sugli animali, ma un risultato concreto, ottenuto nel profondo Sud, da utilizzare come format in tutta Italia.

Un gruppo di volontari, guidati da Francesca Toto, sono stati capaci di svuotare il canile di Vieste, in provincia di Foggia. Come? Semplicemente riuscendo a promuovere una rete di persone pronte ad adottare il cane abbandonato, dopo che è stato curato e messo in sicurezza.

LEGGI ANCHE: Animali abbandonati, uno scempio molto diffuso. Così possiamo aiutarli a non morire

ZERO CANI IN CANILE VIESTE

Il progetto di Vieste, infatti, prevede due fasi per ciascun cane che entra nella struttura. Durante la prima fase il cane viene curato e pulito, secondo i normali criteri con i quali bisogna crescere questi animali. Nella seconda fase, invece, si organizza la pratica dell’adozione.

PER APPROFONDIRE: Adottare un animale, anche a distanza, un gesto di amore, civiltà e responsabilità

VANTAGGI PROGETTO ZERO CANI IN CANILE

I vantaggi del progetto Zero cani in canile sono diversi. Tra questi i due più importanti riguardano un contrasto concreto al vizio orribile di abbandonare, specie durante i mesi estivi, cani e gatti in strada. Pensando: tanto poi finiranno in un canile. In secondo luogo, Zero cani in canile significa meno costi e meno sprechi per le pubbliche amministrazioni.

La regione Puglia, per esempio, ogni anno spendeva per il randagismo, e quindi per attrezzare e gestire i canili come quello di Vieste, ben 27 milioni di euro. Soldi adesso risparmiati. Soldi che si potrebbero moltiplicare in tutta Italia se si seguisse l’esempio del lavoro svolto dal gruppo di Francesca Toto.

(Le immagini e il video sono tratti dalla pagina Facebook di Francesca Toto)

COME CURARE CANI E GATTI CON POCHE SPESE:

  1. Pulci dei gatti: eliminatele con questi rimedi naturali. Dall’aceto a limone e bicarbonato (foto)
  2. Cani e gatti, i consigli per educarli bene e farli felici. Senza cedere a manie, come l’idromassaggio
  3. Come far convivere insieme cane e gatto nella stessa casa: regole e consigli utili
  4. Cibo per gatti fatto in casa: due ricette per preparare scodelline sfiziose e nutrienti
  5. Cibi da evitare per cani e gatti. Proteggete i vostri animali anche con la dieta giusta
  6. Come e quanto dare da mangiare ai cani: 10 errori da evitare per una dieta equilibrata